Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bonus ristrutturazione del 50% e cessione del credito, i chiarimenti del Fisco

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il Fisco interviene sul tema bonus ristrutturazione del 50% e cessione del credito. Vediamo quanto chiarito in relazione alla possibilità di cedere il credito a un familiare.

A Fisco Oggi, la rivista telematica dell'Agenzia delle Entrate, una contribuente ha domandato: "Si può cedere anche a un familiare il credito derivante da una ristrutturazione edilizia per la quale si ha diritto alla detrazione del 50%?".

Secondo quanto chiarito dal Fisco, se le spese sono state sostenute negli anni 2020 e 2021 e sono relative agli interventi previsti dal decreto Rilancio, è possibile la cessione del credito reltiva al bonus ristrutturazione del 50% anche a un familiare. Come sottolineato, il comma 2 dell'articolo 121 del decreto Rilancio prevede la possibilità di cedere il credito d'imposta senza indicare limitazioni particolari sui soggetti che possono riceverlo e senza che sia necessario verificare il collegamento con il rapporto che ha dato origine alla detrazione.

Il Fisco ha dunque chiarito che, oltre i fornitori o gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari, possono essere destinatari della cessione del credito "altri soggetti (persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d'impresa, società ed enti), anche se familiari".

La cessione del credito deve essere comunicata all'Agenzia delle Entrate, in forma telematica, entro il 16 marzo dell'anno successivo a quello in cui sono state sostenute le spese. Per le spese sostenute nel 2020 il termine è stato prorogato al 31 marzo 2021.