Notizie su mercato immobiliare ed economia

Decreto semplificazioni 2021, cosa prevede per il superbonus 110

Pixabay
Pixabay
Autore: Redazione

Novità per il superbonus 110 nel decreto semplificazioni 2021. Il testo del decreto approvato il 28 maggio 2021 dal governo introduce semplificazioni in termini di tempo e di spesa per il bonus 110, anche se resta fuori l'attesa ampliazione del beneficio agli albeghi.

Le novità del decreto semplificazioni 110 riguardano soprattutto la possibilità di realizzare i lavori con CILA (Comunicazione di inizio lavori asseverata) e l'eliminazione dello stato legittimo degli immobili. Sparisce l'estensione del superbonus 110 agli alberghi e pensioni, mentre arriva l'ok alle case di cura e agli ospedali

Superbonus 110 e Cila

Secondo le novità introdotte dal decreto semplificazioni al superbonus 110, gli interventi agevolati con il superbonus  potranno essere realizzati con la CIA (Comunicazione di inizio lavori asseverata). come avviene con le ristrutturazioni straordinarie. Questa comunicazione non potrà essere usata per interventi di demolizione ricostruzione. In questo modo si semplifica di molto l'apertura delle opere dei cantieri.

La CILA attesterà gli estremi del titolo abilitativo che ha previsto la costruzione dell'immobile. Per gli immobili più vetusti si dovrà solo attestare che la costruzione sia avvenuta prima dell'11 settembre 1967

Superbonus 110 stato legittimo degli immobili

Non sarà più richiesta l'attestazione dello stato legittimo dell'immobile, anche se "resta impregiudicata ogni valutazione circa la legittimità dell'immobile oggetto di intervento" che però non potrà essere accertata a priori dal tecnico.

Superbonus 110 alberghi

Arriva l'estesione del superbonus 110 a case di cura, caserme, ospedali e ospizi. Ninte da fare per gli alberghi, perché l'estensione almeno per il momento viene considerata troppo onerosa. Condizioni per accedere all'agevolazione è che i titolari svolgano attività di servizi socio-sanitari e assistenziali e i che i membri del Consiglio di Amministrazioni non percepiscano alcun compenso o indennità di carica.

Niente superbonus neanche per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale per le unità immobiliari prive di accesso autono dall'esterno.

Eliminazione delle barriere architettoniche

Entra tra gli interventi trainanti del superbonus 110 quelli volti all'eliminazione delle barriere architettoniche realizzati non da portatori di handicap, ma di persone di età superiore a 65 anni. È necessario, però, che questi lavori siano realizzati di forma congiunta a uno dei lavori antisismici incentivati con il superbonus 110.