Notizie su mercato immobiliare ed economia

Cos’è e come funziona una visura catastale online

StartupStockPhotos da Pixabay
StartupStockPhotos da Pixabay
Autore: Redazione

Non tutti sanno che per agevolare le procedure di richiesta e i tempi di rilascio, l’Agenzia delle Entrate consente di fare la visura catastale online. Scopriamo cos’è e come funziona questo servizio e a cosa serve.

A cosa serve la visura catastale? La visura catastale online è un documento indispensabile per la compravendita di un immobile, la certificazione energetica come anche per l’apertura di una CILA. Fare la visura catastale online, fa risparmiare molto tempo, ma come si può richiedere all’Agenzia delle Entrate?

Cos’è la visura catastale online

Il servizio di visura catastale online dell’Agenzia delle Entrate permette ai cittadini di accedere da remoto alle banche dati catastali, è possibile fare richiesta e ottenere i documenti specifici anche nel caso in cui il richiedente non sia il titolare neanche in parte dell’immobile in oggetto.

I documenti della visura catastale online sono in formato pdf e contengono informazioni degli immobili relative a:

  • particelle iscritte al Catasto dei Terreni e ai beni censiti al Catasto dei Fabbricati;
  • mappa catastale;
  • planimetrie rappresentative delle unità immobiliari urbane.

Inoltre, si possono richiedere nello specifico:

  • visure attuali per soggetto, ossia limitate agli immobili su cui il soggetto cercato risulti all’attualità titolare di diritti reali;
  • visure, attuali o storiche, di un immobile (censito al Catasto dei Terreni o al Catasto dei Fabbricati), impostando la ricerca attraverso gli identificativi catastali;
  • visure della mappa, di una particella censita al Catasto dei Terreni, impostando la ricerca attraverso gli identificativi catastali.

I dati di una visura catastale

La visura catastale online, nello specifico, tramite il servizio dell’Agenzia delle Entrate garantisce la consultazione di atti e documenti catastali che contengono informazioni riguardanti:

  • i dati identificativi e reddituali dei beni immobili (terreni e fabbricati);
  • i dati anagrafici delle persone, fisiche o giuridiche, intestatarie dei beni immobili;
  • i dati grafici dei terreni (mappa catastale) e delle unità immobiliari urbane (planimetrie);
  • le monografie dei Punti Fiduciali e dei vertici della rete catastale;
  • l'elaborato planimetrico (elenco subalterni e rappresentazione grafica);
  • gli atti di aggiornamento catastale.

Costi della visura catastale online

Il costo per una visura catastale online viene calcolato applicando la tariffa vigente diminuita del 10%, perché riferita a visure erogate per via telematica e aumentata del 50%, dato che si tratta di visure fornite non su base convenzionale. I costi sono i seguenti:

  • visura per soggetto: 1,35 euro ogni 10 unità immobiliari, o frazione di 10;
  • visura, attuale o storica, per immobile:1,35 euro;
  • visura della mappa: 1,35 euro euro.

Il pagamento per la visura catastale online viene eseguito contestualmente alla richiesta del servizio attraverso il sistema pagoPA e le commissioni applicate sono variabili in base al Prestatore di Servizi di Pagamento (PSP) e allo strumento di pagamento scelto. La visura sarà visualizzata dopo l’erogazione della ricevuta di pagamento positiva.

Visura catastale gratis

I titolari, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento, possono chiedere la consultazione della visura catastale online gratis ed esente dal pagamento dei tributi, per gli immobili di cui risultano titolari in catasto (consultazione personale).

Come funziona la visura catastale online

La visura catastale online si può richiedere per diverse modalità di ricerca e può riferirsi alla situazione attuale oppure storica. Nel dettaglio, può essere effettuata per immobile, per soggetto o per partita.

Visura catastale per immobile

La consultazione si esegue secondo due diversi criteri di ricerca:

  • l'identificativo catastale del bene immobile, cioè la particella catastale per il Catasto dei Terreni o l'unità immobiliare urbana per il Catasto dei Fabbricati;
  • l'indirizzo dell'unità immobiliare urbana. In questo caso la ricerca è limitata all'archivio del solo Catasto dei Fabbricati.

Visura catastale per soggetto

Le informazioni catastali di un bene immobile intestato a uno o più soggetti si ricercano tramite i dati anagrafici del soggetto interessato. La ricerca può essere eseguita negli archivi sia del Catasto dei Terreni, sia del Catasto dei Fabbricati.

Visura catastale per partita

Anche se caduta in disuso, la partita è un numero che identifica l'insieme di immobili su cui vantano contemporaneamente diritti, in un determinato periodo, i medesimi soggetti. Tale tipologia di consultazione fornisce quindi i dati catastali degli immobili riferiti alla medesima ditta catastale. La ricerca è limitata al solo Catasto dei Terreni o al solo Catasto dei Fabbricati.

Elementi identificativi della visura catastale

Per effettuare la ricerca di un immobile all’interno degli archivi nazionali occorre indicare gli identificativi catastali dello stesso. Di seguito sono riportate alcune precisazioni in merito al loro uso e significato

  • Comune catastale: generalmente, per ciascun Comune, il confine territoriale individuato catastalmente è coincidente con il corrispondente confine amministrativo comunale. L’utente può quindi fare riferimento alla denominazione del Comune amministrativo. Il dato è sempre obbligatorio. In generale, il codice comune è composto da 4 caratteri coincidenti con quelli che compaiono nel codice fiscale dal 12° al 15° carattere. In alcune realtà territoriali, per mancata esecuzione di variazione degli atti catastali a seguito della modifica dei confini tra Comuni, ovvero istituzione di nuovi Comuni, l’utente si trova nella necessità di indicare il comune catastale di riferimento. Al riguardo è possibile controllare lo stato di allineamento degli archivi catastali alle nuove realtà amministrative (c.d. "variazione circoscrizionale") utilizzando il servizio online Consultazione Archivio Comuni e Stati Esteri.
  • Sezione amministrativa (per il solo Catasto fabbricati): suddivisione del territorio del Comune catastale presente solo in alcuni contesti territoriali e quindi in generale non richiesta. E’ ordinariamente è identificata da una lettera. Laddove presente, il dato è necessario per l’identificazione catastale dell’immobile.
  • Sezione censuaria (per il solo Catasto terreni): suddivisione del territorio del Comune catastale presente solo in alcuni Comuni e quindi in generale non richiesta. È ordinariamente identificata da una lettera. Laddove presente, il dato è necessario per l’identificazione catastale dell’immobile.
  • Sezione urbana (per il solo Catasto fabbricati): ulteriore suddivisione del territorio comunale presente, indipendentemente dall’esistenza della sezione amministrativa, solo in alcuni Comuni e quindi in generale non è richiesta. È ordinariamente identificata da una denominazione di massimo tre caratteri. Per quanto il dato sia necessario se presente nell’identificativo catastale dell’immobile ricercato, il servizio di interrogazione online assiste l’utente, fornendo l’elenco dei beni che risponde ai dati parziali forniti e dal quale selezionare quello di specifico interesse.
  • Foglio: porzione di territorio comunale che il catasto rappresenta nelle proprie mappe cartografiche. Il dato è sempre obbligatorio.
  • Particella: è detta anche mappale o numero di mappa, rappresenta all’interno del foglio, una porzione di terreno, o il fabbricato e l'eventuale area di pertinenza, e viene contrassegnata, tranne rare eccezioni, da un numero. Il dato è sempre obbligatorio.
  • Denominatore: dato eventualmente presente solo per immobili che appartengono al Catasto fondiario (province di Trieste e Gorizia e porzioni di quelle di Udine e Belluno).
  • Subalterno: per il Catasto dei Fabbricati, dove presente, identifica la singola unità immobiliare esistente su una particella. L’unità immobiliare urbana è l’elemento minimo inventariabile che ha autonomia reddituale e funzionale. Generalmente, nell’ipotesi di un intero fabbricato, ciascuna unità immobiliare è identificata da un proprio subalterno. Qualora il fabbricato sia costituito da un’unica unità immobiliare il subalterno potrebbe essere assente. Il dato, qualora esistente, è necessario per l’univoca identificazione della singola unità immobiliare; diversamente, il sistema produrrà l’elenco delle unità immobiliari urbane aventi stessa particella al fine della loro successiva selezione singola. Per il Catasto dei Terreni, dove presente essenzialmente si riferisce ai fabbricati ex rurali.