Notizie su mercato immobiliare ed economia

Homepal vs agenti immobiliari, la società: "il mercato deve evolvere"

Ricorso Homepal contro Camera di Commercio / Gtres
Ricorso Homepal contro Camera di Commercio / Gtres
Autore: Redazione

“Siamo convinti di aver sempre operato nel rispetto delle norme, e quindi anche nel passato – periodo per cui è stata aperta la contestazione - e ci difenderemo in tutti i modi”. Così afferma Andrea Lacalamita, fondatore e presidente di Homepal, l’agenzia immobiliare digitale oggetto di una sanzione amministrativa da parte della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi a seguito di diversi esposti delle Associazioni degli Agenti Immobiliari e della Consulta Interassociativa.

L’illecito contestato dalla Commissione di Vigilanza della Camera di Commercio è l’esercizio abusivo dell’attività di agente immobiliare da parte di Homepal per il periodo antecedente il 17 gennaio 2019. Prima di quella data non era infatti stata ancora introdotta la società Homepal Real Estate s.r.l., regolarmente registrata nell’albo degli agenti immobiliari.

“Già da diverso tempo sotto i riflettori della Consulta (Fimaa, Fiaip e Anama), il portale Homepal qualifica la propria attività, anche attraverso campagne pubblicitarie mirate, come “un’agenzia senza i costi d’agenzia”, - nota la Commissione, - svolgendo nella realtà attività di mediazione, dietro il pagamento di un compenso (di fatto provvigione) ad affare concluso”.

Nel provvedimento pubblicato il 6 agosto si legge che l’esercizio abusivo dell’attività sarà punito ai sensi di legge con il pagamento di una sanzione amministrativa compresa tra 7.500 e 15mila euro.

“Un provvedimento che farà scuola, - commentano i Presidenti Santino Taverna (Fimaa), Gian Battista Baccarini (Fiaip), Renato Maffey (Anama). – Homepal ha svolto di fatto attività di mediazione, dietro compenso, senza avere i requisiti richiesti dalla legge n. 39/1989. Conseguenza diretta dell’esercizio abusivo dell’attività sarà che tutti coloro che, sino al 17 gennaio 2019, hanno utilizzato il portale per comprare, vendere, locare o prendere in affitto casa potranno richiedere a Homepal la restituzione delle fee illecitamente incassate e trattenute”.

“La verità è semplice - controbatte il fondatore di Homepal Lacalamita. - Homepal, ora attrezzata con un’agenzia immobiliare regolarmente registrata, permette di comprare e vendere casa con un risparmio medio di oltre 10 mila euro per ogni compravendita immobiliare e questo è mal tollerato”. Pur a fronte dell’esiguità dell’importo della sanzione amministrativa Homepal ha deciso di adottare ogni iniziativa del caso nella convinzione di aver sempre agito correttamente e in maniera del tutto trasparente.

“La stessa Camera di Commercio definisce gli esposti delle Associazioni “irrituali” e “senza specifici riferimenti pratici” - continua Lacalamita, - riconosce che l’ambito della mediazione e’ refrattario alle liberalizzazioni e necessita di un adeguamento normativo a fronte dei mutamenti tecnologici e delle nuove esigenze del mercato. Homepal ha aperto in Italia un nuovo mercato, da precursori di un cambiamento che sta avvenendo in tutto il mondo. Abbiamo proposto alle Associazioni di discuterne insieme, visto che il futuro si costruisce insieme, ma invece ci troviamo di fronte a un attacco che è un segnale grave nei confronti del mercato e dei consumatori”.

Da gennaio 2019, Homepal si è dotata di una regolare agenzia immobiliare (Homepal Real Estate s.r.l.) che aiuta i clienti a chiudere le transazioni, operando con costi minori con un risparmio anche per i clienti.

“Siamo una novità che porta risparmio ai clienti in un settore che si sta evolvendo ovunqu, - nota Lacalamita, - ci auguriamo che non prevalga l’interesse di poteri consolidati e che il mercato possa definire presto regole adeguate ai cambiamenti in atto, nel segno della imparzialità e soprattutto nell’interesse di tutti i protagonisti, compresi i consumatori”.