Notizie su mercato immobiliare ed economia

Legge di Stabilità, le misure contenute nella manovra

Autore: Redazione

La legge di Stabilità per il 2016, approvata dalla Camera e avviata agli ultimi passaggi in Senato, è un ulteriore passo avanti della politica economica del governo”. Ad affermarlo il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan. Ecco quali sono le misure contenute nella manovra ora al Senato prima del via libera definitivo.

Deficit

Per coprire le spese del pacchetto sicurezza-cultura, sono stati modificati i saldi per un importo equivalente a circa 0,2 punti di Pil, con un conseguente aumento dell’indebitamento netto per il 2016 dal 2,2% di Pil al 2,4%.

Caf e patronati

E’ stato ridotto il taglio previsto.

Sicurezza

E’ stato messo a disposizione circa un miliardo, che serve per finanziare il bonus da 80 euro mensili per il personale delle Forze di polizia, delle Forze armate (livelli dirigenziali esclusi) e delle Capitanerie di porto. Vengono poi attivato un Fondo ad hoc di 245 milioni presso il Ministero della Difesa per sostenere interventi straordinari per la sicurezza e due fondi presso il Mef per la cyber security e l’ammodernamento delle dotazioni strumentali e delle attrezzature di Corpi di polizia e Forze armate rispettivamente da 150 e 50 milioni. Anticipate, poi, dal 1° ottobre al 1° marzo 2016 le assunzioni straordinarie per polizia e forze armate e possibilità di utilizzare a fini anti-terrorismo anche il personale attualmente in ufficio.

Pacchetto cultura

Prevista una card da 500 euro annui ai diciottenni per attività culturali, un bonus una tantum da 1.000 euro nel 2016 per l’acquisto di strumenti musicali da parte degli studenti dei Conservatori. E’ stato poi stabilito un aumento di oltre 54 milioni nel 2016 del Fondo d’integrazione a disposizione del Ministero dell’Istruzione per le borse di studio. Previsto, inoltre, un fondo da oltre 100 milioni per la destinazione del due per mille dell’Irpef ad associazioni culturali. In arrivo anche 15 milioni l’anno per il prossimo triennio per il finanziamento da destinare all’Istituto nazionale di fisica nucleare. Previsti, infine, il finanziamento di 500 milioni del Fondo per la realizzazione di un programma straordinario di riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie dei Comuni e nuovi fondi per la tutela del patrimonio culturale.

Canone Rai

Dal prossimo luglio il canone Rai arriva in bolletta. Il pagamento del canone, ridotto a 100 euro, avverrà con addebito sulle fatture emesse dalle aziende di distribuzione di energia elettrica e sarà diviso in 10 rate mensili tra gennaio e ottobre. La norma in manovra prevede anche che per gli anni dal 2016 al 2018 le maggiori entrate saranno destinate prioritariamente ad aumentare a 8mila euro (dagli attuali 6.713,98) la soglia di reddito per l'esenzione del canone Rai per gli over 75.

Sanità

Previsto lo sblocco delle assunzioni nella sanità con  il piano per tamponare l’emergenza orari di lavoro e turni di riposo di medici e infermieri sul modello imposto dall’Europa. Il piano consente 6mila tra nuove assunzioni e stabilizzazioni di medici e infermieri. Resta confermato il budget del Ssn per il 2016. In arrivo anche nuove norme sulla responsabilità professionale del personale sanitario. Mentre per gli ospedali con i conti in rosso sono previsti piani di rientro dal disavanzo al massimo triennali.

Infrastrutture

In arrivo 500 milioni per l’edilizia scolastica e 500 milioni per il risanamento delle periferie. Crescono per la prima volta dopo 7-8 anni gli stanziamenti in favore del settore infrastrutturale, i fondi per Anas e Fs vengono stabilizzati per il triennio, si supera (almeno parzialmente) il patto di stabilità interno per i comuni e si utilizza la clausola di flessibilità europea sugli investimenti per accelerare la spesa in conto capitale.

Accertamenti del Fisco

Su questo fronte si assiste a una revisione complessiva della durata dei tempi a disposizione del Fisco per effettuare i controlli sui contribuenti. La Stabilità prevede la cancellazione del raddoppio per le imposte sui redditi e l’Iva a partire dagli avvisi relativi al periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2016, quindi a quelli emessi in relazione alle dichiarazioni dei redditi presentate nel 2017. A questo però fa da contraltare l’allungamento dei termini ordinari di accertamento: da quattro a cinque anni se è stata presentata la dichiarazione, da cinque a sette anni se la dichiarazione è stata omessa. In caso di violazioni penali (anche comuni) da cui possa derivare un provento illecito, inoltre, gli inquirenti dovranno informare immediatamente l’Agenzia delle Entrate affinché proceda all’accertamento tributario.

Banche, fondo di solidarietà per i risparmiatori danneggiati

Previsto un Fondo di solidarietà che potrà essere attivato a favore degli obbligazionisti subordinati che hanno perso i loro risparmi con il salvataggio di Banca Etruria, Banca Marche, CariFerrara e CariChieti. Lo strumento, contenuto nel decreto legge del governo inglobato nella Stabilità, sarà alimentato dal Fondo interbancario di tutela dei depositi con una dotazione fino a un massimo di 100 milioni di euro. Sarà poi un regolamento, da emanare entro 90 giorni, a definire come sarà gestito il Fondo, nonché le modalità e le condizioni di accesso alle risorse, ma anche i termini per presentare l’istanza e le procedure da seguire che potranno anche essere di natura arbitrale.

Mezzogiorno

Introdotto per Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo un credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali, anche tramite leasing, dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2019, differenziato in base alle dimensioni aziendali: 20% per le piccole imprese, 15% per le medie, 10% per le grandi. Fissato un limite massimo per ciascun investimento agevolabile: 1,5 milioni per le piccole, 5 per le medie e 15 per le grandi. Prevista, inoltre, l’estensione della decontribuzione alle assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel 2017, ma solo previa autorizzazione Ue e dopo ricognizione delle risorse necessarie. Fissata poi a favore delle regioni meridionali una quota del Fondo di garanzia Pmi pari ad almeno il 20%.

Beni strumentali

Disposto ai fini delle imposte sui redditi per imprese e professionisti l’ammortamento del 140% per beni materiali strumentali nuovi acquistati dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016. La maggiorazione del 40% dei limiti per la deduzione delle quote di ammortamento vale anche per mezzi di trasporto, come auto o scooter, non utilizzati esclusivamente come beni nell’attività di impresa. L’agevolazione non può essere utilizzata ai fini degli acconti dovuti per 2015 e 2016. L’ammortamento maggiorato del 40%, inoltre, non si applica agli acquisti di fabbricati e di costruzioni, nonché agli acquisti di beni legati a grandi infrastrutture come, ad esempio, le condutture utilizzate dalle industrie manifatturiere alimentari per l’imbottigliamento delle acque minerali, le condutture delle reti urbane per il gas o quelle degli stabilimenti balneari e termali, o ancora il materiale rotabile, ferroviario e tramviario.

Patent box

Ritocchi per il regime di detassazione dei redditi derivanti da beni immateriali come brevetti, marchi, know how. Se più intangibles agevolabili sono collegati da vincoli di complementarietà e vengono utilizzati congiuntamente per la realizzazione di un prodotto o di un processo possono costituire un solo bene immateriale ai fini del riconoscimento del “patent box”. I software ammissibili al regime, inoltre, devono essere protetti da copyright.

Pensioni

Anticipata al 2016 la no tax area estesa da 7.500 a 8.000 euro per gli over 75 e da 7.500 a 7.750 per chi non supera i 75 anni. Per quanto riguarda l’Opzione Donna,  verrà monitorata la spesa per questa forma di anticipo pensionistico con penalizzazione e se ci saranno risparmi si potrà pensare a una sua estensione. In arrivo inoltre la sperimentazione del part-time volontario per i lavoratori che maturano i requisiti per la pensione di vecchaiia entro fine 2018. Previsto, infine, il congelamento al 27% per l’anno prossimo dell’aliquota contributiva a carico degli iscritti in via esclusiva alla gestione separata dell’Inps.

Decontribuzione

L’esonero contributivo per le assunzioni stabili proseguirà anche nel 2016. Ad oggi, e fino a tutto dicembre, per l’impresa che firma un contratto a tempo indeterminato scatta uno sconto fino a 8.060 euro l’anno per tre anni. Con le misure previste nel ddl Stabilità 2016 gli importi si riducono: lo sgravio per l’impresa consiste nell'esonero dal versamento del 40% dei complessivi contributi previdenziali (con esclusione di premi e contributi Inail) nel limite però 3.250 euro su base annua e per un periodo massimo di 24 mesi.

Contante

E’ stato alzato il tetto per l’utilizzo del contante, la cui soglia attuale è a 999,99. Nel passaggio in Senato della manovra è stato previsto, però, che il limite dei mille euro resti per chi esercita il servizio di rimessa di denaro con l’estero. Mentre alla Camera mantiene fermo per le pubbliche amministrazioni l’obbligo di procedere al pagamento degli emolumenti (erogati a qualsiasi titolo) superiori a mille euro esclusivamente con l’utilizzo di strumenti telematici. Sempre in tema di pagamenti elettronici, viene esteso l’obbligo per i commercianti e i professionisti di accettare pagamenti anche mediante carte di credito, oltre che di debito, tranne nei casi di oggettiva impossibilità tecnica.