Notizie su mercato immobiliare ed economia

Hines si aggiudica la Torre Velasca a Milano

Unipol cede il trophy asset agli americani in una operazione da 200 milioni di euro

Torre Velasca Milano
Torre Velasca diventa americana e passa a Hines / Gruppo Prelios
Autore: Redazione

Si è concluso l’accordo tra Unipol e Hines per il passaggio di mano della Torre Velasca a Milano alla società americana di sviluppo immobiliare.

L’operazione avrà un valore di 200 milioni di euro, di cui 50 destinati alla riqualificazione dell’iconico palazzo meneghino, che dal 1957 è uno tra i più celebri simboli architettonici della città. L’edificio di 27 piani situato a poca distanza dal Duomo è alto 106 metro ed è adibito ad uso commerciale e residenziale.

Hines l’ha acquistata attraverso un fondo di investimento italiano denominato HEVF Milan 1 Fund e gestito da Prelios SGR, le cui quote sono detenute da Hines European Value Fund (HEVF 1). Il Gruppo Prelios ha collaborato anche come advisor e per quanto riguarda gli aspetti tecnici.

Il progetto prevede una massiccia ristrutturazione dell’edificio per adeguarlo agli standard più moderni e trasformarlo in una location di lusso ad uso prevalentemente uffici. Nel pianod i di ristrutturazione è previsto anche il rimodernamento della Piazza Velasca.

"Siamo orgogliosi di aver collaborato con Hines a una transazione così importante, che dimostra ulteriormente l'attenzione di Hines verso il mercato italiano con un particolare focus sulla città di Milano, - ha affermato Luigi Aiello, Chief of Corporate & Business Development del Gruppo Prelios. - La Torre Velasca è uno dei simboli più noti e immediatamente riconoscibili di Milano, e la sua ristrutturazione rivitalizzerà sia l'edificio stesso sia l'area circostante. Il Gruppo Prelios è stato coinvolto nel progetto sin dall'inizio. Prelios SGR ha successivamente istituito l’HEVF Milan 1 Fund per realizzare l’acquisizione della Torre da parte di Hines. Questa importante, prestigiosa nuova iniziativa condotta dal nostro Gruppo insieme a Hines, colosso mondiale degli investimenti immobiliari, ci rende ancora una volta protagonisti di un nuovo capitolo per lo sviluppo di Milano, grazie alla nostra capacità di operare lungo tutta la catena di valore del settore immobiliare”.

L’operazione sarà conclusa entro la fine dell’anno. In precedenza la Torre Velasca era stata di proprietà di Allianz e poi di Fondiaria Sai.