Notizie su mercato immobiliare ed economia

Prezzi residenziali globali: in arrivo una bolla immobiliare?

Uğurgüler06, CC BY-SA 4.0/ Benh LIEU SONG, CC BY-SA 3.0/ jackol., CC BY 2.0
Uğurgüler06, CC BY-SA 4.0/ Benh LIEU SONG, CC BY-SA 3.0/ jackol., CC BY 2.0
Autore: Redazione

I prezzi delle case a livello globale crescono al loro massimo dalla fine del 2006. Secondo il Knight Frank Global House Price Index, nei 56 Paesi del mondo la crescita è stata del 7,3% annuo alla fine del primo trimestre 2021. L’Italia è al 49° posto in questa classifica mentre la Spagna figura all’ultimo posto e il Portogallo si piazza a metà strada.

Il podio appartiene alla Turchia, in cui la crescita annua dei prezzi per il quinto trimestre consecutivo prosegue con circa il  16% annuo (il 32% compreso l’effetto dell’inflazione). Nella top three troviamo anche Nuova Zelanda (+22%) e Lussemburgo (+16,6%).

Il Portogallo si trova alla posizione 22 di questa classifica con una crescita annua dei prezzi del 6,8% mentre l’Italia registra un lieve +1,6% annuo (con un calo però del 2,2% semestrale) e la Spagna, all’ultimo posto, vede una discesa dei prezzi dell’1,8% rispetto a marzo 2020.

Le città in crescita a doppia cifra nei prezzi immobiliari sono ben dodici, il che giustifica, secondo Knight Frank, la possibilità che ci possa essere una bolla immobiliare post pandemica, contro cuui i governi starebbero già prendendo provvedimenti. In Cina, Nuova Zelanda e Irlanda ad esempio sono già in atto misure per innalzare le imposte sugli acquisti immobiliari.