Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bankitalia: famiglie meno indebitate, ma più povere, richiedono meno mutui

Autore: Redazione

La difficile congiuntura economica ha reso più povere le famiglie italiane. Più povere, anche se non per questo più indebitate.  Bankitalia ha infatti reso noto che se nel 2011 la ricchezza netta delle famiglie è diminuita, la quota dei nuclei con debiti, già contenuta, è scesa ulteriormente. E l'incertezza del momento spinge le famiglie a rimandare le spese per la casa: diminuisce infatti il numero di nuclei famigliari che hanno un mutuo

In base all'indagine sui bilanci delle famiglie italiane (ibf) condotta da bankitalia, tra il 2008 e il 2010 è diminuita la quota di famiglie che hanno un debito (dal 26,5% al 24,1%). E si è ridotta anche la percentuale di famiglie con basso reddito che hanno un mutuo (quota dimezzata per le famiglie con un credito basso). Una situazione che riflette le tensioni nell'offerta di credito registrate negli anni scorsi (la percentuale dei nuclei famigliari che non hanno ottenuto un prestito è salita dal 23% al 28% e la minore domanda di prestiti

Noi di idealista ti aiutiamo gratuitamente a calcolare la rata del mutuo e a confrontare i migliori mutui sul mercato in ogni momento