Notizie su mercato immobiliare ed economia

Vuoi ottenere un mutuo? Fai attenzione al tuo profilo Facebook

Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook
Gtres
Autore: Redazione

Se l'arrivo delle banche online e dei comparatori ha rivoluzionato il mercato del credito, in un futuro non troppo lontano anche la nostra rete di amici su Facebook potrebbe influire nella decisione o meno di una banca di concederci un mutuo. Il celebre social network, infatti, ha depositato un brevetto che gli consente di vendere i dati dei propri utenti agli istituti di credito.

Il brevetto depositato da Facebook

Il brevetto, depositato pochi mesi fa, consentirebbe alle banche e agli istituti di credito di accedere alle informazioni degli utenti, inclusa quindi la rete di contatti. Informazioni che potrebbero essere prese in considerazione per stabilire il profilo dell'aspirante mutuatario. Il tutto portato a termine rispettando la normativa vigente sulla protezione dei dati e con la finalità di segmentare l'offerta per fornire a ciascuno il contenuto più adatto ai propri bisogni.

La rivoluzione digitale

E' innegabile che l'avvento del world wide web abbia ormai rivoluzionato anche il lavoro degli istituti di credito. Già infatti una decina di anni fa, le banche hanno cominciato a pubblicizzare le proprie offerte sul web con l'obiettivo di raggiungere i cosidetti nativi digitali, ovvero i giovani nati dopo il 1980 e più avvezzi alle nuove tecnologie. Un'importante passo avanti è stato fatto anche con i comparatori digitali che consentono di ottenere un preventivo sulla propria richiesta di mutuo senza nessun impegno tanto da parte sua che della banca.