Notizie su mercato immobiliare ed economia

Mutui, a Milano banche più generose nel primo semestre

mutuo casa
Gtres
Autore: Redazione

A Milano le banche sono più propense a concedere mutui. Lo dicono gli ultimi dati rilevati da Facile.it e Mutui.it che, analizzando oltre 40 mila richieste formulate nel primo semestre 2018, hanno notato come, rispetto ad un anno fa, a giugno scorso l’importo che in media gli istituti di credito hanno erogato ai mutuatari residenti a Milano e provincia è aumentato fino a 151.865 euro. Si tratta del 3,5% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando la cifra erogata ai milanesi dalle banche si fermava a 146.723 euro.

Loan to value in aumento a giugno 2018

Sale anche il loan to value, ovvero la somma finanziata rispetto al valore della casa acquistata: a giugno 2017 questo era pari al 62,12%, mentre a giugno 2018 è salito fino al 65,77%. Stabili invece i tempi di restituzione, che non hanno risentito dei maggiori importi erogati. Siamo infatti passati dai 23,01 anni del giugno 2017 ai 23,06 del periodo corrente.

Mutui prima casa

Restringendo l’analisi alle sole domande di mutuo prima casa emerge che a giugno 2018 l’erogato medio è stato pari a 147.290 euro (il 2,1% in più dei 144.158 euro del giugno 2017). In caso del finanziamento legato alla prima abitazione il loan to value è stato pari al 60,8% (dal 56,6% un anno fa), mentre la durata media è salita a 25 anni dai 24 anni di giugno 2017.

Mutuo, quali tassi?

Anche i milanesi sono intenzionati ad approfittare degli attuali tassi favorevoli. Se nel 2017 il mutuo a tasso fisso riguardava il 64,18% delle domande, oggi, secondo l’analisi di Facile.it e Mutui.it, a Milano chiedono il tasso fisso il 79,37% dei richiedenti.

L’identikit del milanese che chiede un mutuo, secondo i portali, è il seguente: 39 anni, con una richiesta media di 159.962 euro. Se si tratta di un acquisto prima casa, però, l’età media del richiedente si abbassa a 38 anni mentre la cifra che si vuole ottenere aumenta, diventando pari a 173.802 euro.