Notizie su mercato immobiliare ed economia

Domanda di mutui in calo. Quali sono le ragioni

I motivi, secondo gli esperti, che deprimono la domanda di mutui
I tre motivi, secondo gli esperti, che deprimono la domanda di mutui / Gtres
Autore: Redazione

I tassi sono ai minimi, ma la domanda di mutui è in calo. Vediamo quali possono essere le ragioni.

A testimoniare il rallentamento delle richieste di mutui da parte degli italiani anche i recenti dati Crif. Secondo quanto rilevato analizzando le interrogazioni registrate su Eurisc relative a oltre 85 milioni di posizioni, il mese di luglio ha visto il numero di interrogazioni più contenuto in termini assoluti dall’inizio dell’anno per quanto riguarda i mutui. E, in particolare, relativamente alle richieste di mutui e surroghe si rileva, nel confronto con il 2018, un ulteriore calo del -8,0%.

Un articolo del quotidiano economico Il Sole 24 Ore ha provato a illustrare perché, nonostante il calo dei tassi dei mutui sia variabili che fissi, la domanda stia diminuendo.

Secondo gli esperti vi sono almeno tre ragioni:

  • il calo di surroghe e sostituzioni: le surroghe e le sostituzioni sono ora in contrazione, ma è in calo anche la domanda di mutui per l’acquisto;

  • la prudenza delle famiglie a causa in particolare dell’incertezza politica: le famiglie hanno assunto un atteggiamento più prudente, a pesare ci sono le incertezze politiche e si attende in particolare si conoscere i contenuti della prossima legge di Bilancio;

  • il calo dei salari reali in Italia: le retribuzioni e il potere di acquisto hanno subito una diminuzione e questo ha una diretta conseguenza sulla possibilità per le famiglie italiane di accendere un mutuo.