Notizie su mercato immobiliare ed economia

Apple chiama la tua casa: vuole rivoluzionare la domotica con l’app Home per iOS 10

Autore: Roberto Arnaz

Apple vuole mettere ordine una volta per tutte all’attuale caos delle case intelligenti. Con il lancio di HomeKit e la app Home vuole trasformare la domotica in qualcosa di semplice. Il gigante dell’elettronica bussa alla porta di milioni di utenti perché ritiene che la prossima rivoluzione tecnologica avverrà nelle case.

L’app Home, perfettamente integrata nella prossima versione del sistema operativo iOS 10 (che sarà disponibile in autunno), offrirà agli utenti un modo semplice e sicuro per configurare, gestire e controllare i sistemi domestici. Gli apparecchi potranno essere controllati singolarmente o in gruppo con un unico comando attraverso Siri.

Gli utenti potranno controllare la loro casa a distanza o comodamente seduti in salotto con Apple Tv. Ma non finisce qui. Home non è solo un’app per iPhone o iPad. Permetterà infatti di controllare luci, telecamere, allarmi e porte automatiche anche dall’Apple Watch.

HomeKit è stato annunciato per la prima volta due anni fa, durante la presentazione del WWDC nel 2014, ma finora non era diventato un vero e proprio impegno per Cupertino, forse a causa della mancanza di prodotti compatibili.

Nel corso del 2016, però, come annunciato da Apple, quasi 100 articoli di domotica hanno adottato HomeKit, tra cui termostati, luci, persiane, serrature, videocamere e sistemi di sicurezza.

Imprese costruttrici importanti nel mercato statunitense come Brookfield, KB Homes, Lennar Homes e R&F Properties cominceranno ad integrare molti di questi dispositivi compatibili con HomeKit nei loro nuovi edifici.

Facile da usare

La semplicità, uno dei tratti distintivi di Apple, caratterizzerà il nuovo prodotto. Home mira a controllare ogni dispositivo singolarmente o in gruppi sincronizzati in base all’utilizzo e all’orario.

Questa formula permette di programmare l’app in modo che, per esempio, quando ci si sveglia le persiane si alzino e l’allarme si disinserisca e che quando si esce di casa la porta si chiuda a chiave. Supporta anche la funzionalità 3D Touch incorporata di recente nei dispositivi Apple e che rende lo schermo sensibile ai diversi tipi di pressione. Così, con un solo gesto, ma con pressione diversa, è possibile vedere le immagini della casa dalla telecamera del telefono e, allo stesso tempo, aprire la porta.

HomeKit sarà compatibile con tutti i dispositivi Apple (iPhone, iPad o iPod touch) a condizione che il sistema operativo sia aggiornato alla versione iOS 8.1 o successiva. Inoltre, potrà essere utilizzato anche tramite Apple Watch (con il sistema operativo watchOS 2) o Apple TV di terza generazione.