Notizie su mercato immobiliare ed economia

Madi Home, i segreti della casa in legno pieghevole svelati dall'architetto Renato Vidal

MADI Home
MADI Home
Autore: Rudi Bressa (collaboratore di idealista news)

La casa pieghevole made in Italy, per progettazione e realizzazione, sta conquistando il mondo per la sua flessibilità e sostenibilità. idealista/news ha intervistato il creatore di Madi Home, l'architetto Renato Vidal.

È citata dalle maggiori riviste di architettura e design, Madi, la casa in legno pieghevole. Un'innovativa casa modulare che ricorda da vicino le antiche case venete e sviluppata per fornire uno spazio abitativo economico e di alta qualità in modo rapido e semplice. L'architetto Renato Vidal ci spiega quali sono le caratteristiche principali e come viene installata in una sola giornata lavorativa.

Qual è idea che l'ha portata a progettare una casa pieghevole?

Essenzialmente l'idea di Madi nasce dalla volontà di ridurre i costi di produzione. Costi che vanno a riflettersi sul prezzo finale. La casa infatti viene venduta a 800 euro al metro quadro, completa di tutto. Una volta acquistata i nostri tecnici trasportano l'edificio e in una giornata lavorativa la casa è abitabile: all'interno ha già installati il bagno, la cucina, l'impianto di climatizzazione e come optional un impianto fotovoltaico. Si tratta di una casa a tutti gli effetti. Noi la garantiamo 15 anni, 5 anni in più della media e questo testimonia che siamo certi di ciò che proponiamo.

Una casa dalle caratteristiche uniche.

Sì, esatto. Dal momento che abbiamo avuto richieste da tutto il mondo, abbiamo progettato un modello unico, che possa rispondere alle varie esigenze. Questa casa è in grado di resistere a venti fino a 400 km/h e per resistere ai terremoti. La casa non ha bisogno di fondazioni, ma nel caso sia considerata permanente, proponiamo fondazioni a vite che vengono infisse nel terreno e fissate successivamente al fondo della casa. Ciò che distingue Madi dalle altre costruzione è che, se si scegliere di cambiare luogo dove vivere, è possibile spostare completamente la casa, fondazioni incluse, lasciando il terreno così com'era.

A che tipo di mercato si rivolge questo progetto?

Il tipo di mercato è il mondo, con grosse difficoltà in Italia. Questo perché la pendenza del tetto è superiore ai 30 gradi. Madi però ha le falde dei tetti a 60 gradi, e questo è un problema perché i regolamenti non sono uniformi nel territorio italiano. All'estero questo problema non esiste.

La casa è in produzione? È acquistabile?

Sì, anche se la stiamo perfezionando. Il modello in legno è costruito in Italia, mentre quello in acciaio è costruito in acciaio. Questo accade perché cambia la tecnica costruttiva: quelle in Italia sono costruite in xlam, mentre in Cina sono realizzate con un telaio in acciaio. La diversità sta nel fatto che la struttura in acciaio ha meno certificazioni ed è quindi vendibile praticamente ovunque.

Quali sono le caratteristiche che la rendono sostenibile?

Madi è una casa ecologica, sopratutto il modello in legno. L'aggiunta dei pannelli fotovoltaici la rende energeticamente autosufficiente, oltre a raggiungere una classe energetica A+. Il nostro obiettivo è quello di arrivare all'autonomia anche per quanto riguarda la rete fognaria: vorremmo infatti installare dei gabinetti inceneritori, così da risolvere il problema della gestione delle acque nere. Il nostro obiettivo è quello di fare una casa dal minor impatto possibile, che non lasci tracce di sé quando non serva più.

Il modulo prefabbricato è trasportabile? Come viene spostato?

Sì certamente. Basta un autoarticolato per trasportare circa 100 metri quadri di casa. I moduli singoli misurano 6x3, con piano terra e primo piano. Successivamente si affiancano più moduli, in varie combinazioni: una ad esempio può prendere la forma di casa di montagna, un'altra somiglia più ad un casone veneto. Una volta acquistata viene fatto un sopralluogo dai nostri tecnici, vengono sistemate le viti, dopodiché arriva la casa e in un paio di giorni l'abitazione è pronta.

Il mercato sta puntando sul prefabbricato, per una questione di riduzione dei costi ma anche degli sprechi. È d'accordo?

Assolutamente. E fa parte del nostro obiettivo. Si fa economia quando vengono eliminati i tempi morti causati dal clima. Madi è costruita tutta a secco, quindi non ci sono attese per il consolidamento di alcuni materiali. Inoltre non c'è cantiere, quindi con tutti gli sprechi e la produzione di rifiuti che ci possono essere.

Il video di Madi Home