Notizie su mercato immobiliare ed economia

Perché dovremmo utilizzare (anche) in Italia i container in edilizia e architettura

Whitaker Studio
Whitaker Studio
Autore: Flavio Di Stefano

Ecosostenibili, sicuri e modulabili. I container marittimi alla fine del loro ciclo vitale rappresentano già, almeno all’estero, una preziosa risorsa in edilizia e architettura.

Tuttavia, in Italia, si tratta di un campo ancora poco battuto. Per saperne di più, idealista/news ha intervistato Claudio Meazza, amministratore unico di Epicon, un’azienda italiana specializzata nel settore della trasformazione dei container sia architettonici che industriali.

In tutto il mondo i container marittimi vengono considerati una risorsa preziosa nel campo dell’edilizia e dell’architettura – ha spiegato Claudio Meazza – sono considerati economici, antisismici e sostenibili”. E in Italia? “Il problema principale sono le leggi, in Germania, ad esempio c’è un regolamento edilizio di meno di 100 pagine, dai noi ci sono regolamenti nazionali, regionali e addirittura comunali che spesso sono in contrasto tra loro”.

In ambito internazionale, però, non solo i container vengono usati in architettura (come questa casa di design in California), ma anche in edilizia. E non solo per fini commerciali, in Danimarca sono stati utilizzati anche per costruire una residenza universitaria galleggiante per studenti che non potevano sostenere gli alti costi degli affitti a Copenaghen.

Residenza per studenti in Danimarca
Struttura galleggiante / Urban Rigger

Ecosostenibilità

Il valore aggiunto più importante dei container, nelle costruzioni, è l’aspetto ambientale. Questo settore, infatti, risponde alla perfezione alle esigenze del concetto di progettazione delle 3R: riutilizzare, riciclare, ridurre. “Il mondo, e in special modo l’edilizia, deve operare in una logica di sostenibilità e risparmio energetico – ha sottolineato l’amministratore unico di Epicon – i container sono una straordinaria opportunità di riutilizzo”.

Funzionale e di design
Stile industriale / Epicon

Proprio così, perché, ogni anno vengono prodotti milioni di container marini e “le compagnie di navigazione ne vogliono sempre di nuovi, così sul mercato arrivano contenitori usati che potrebbero essere riutilizzati, anche perché sono fatti di corten, che non subisce la corrosione”.

Tempi e costi di realizzazione

Come accade per le case prefabbricate in legno, acciaio e cemento, anche per quanto riguarda i container utilizzati in edilizia, uno dei valori aggiunti è rappresentato dalla velocità di realizzazione. Si tratta di strutture modulari che vengono lavorate in fabbrica e arrivano sul posto dove sorgerà la struttura pronta per essere montata. Al netto dei permessi burocratici, quindi, dal progetto alle chiavi in mano passa molto meno tempo di quello necessario per l’edilizia tradizionale.

Lavori in fabbrica
Fasi della realizzazione / Epicon

Non solo, anche la precisione è ottimizzata al massimo. Per quanto riguarda i costi, invece, c’è da fare un distinguo. Molto dipende, infatti, dalla destinazione d’uso del container. Come ha spiegato Claudio Meazza di Epicon, “per una vetrina di un negozio possono servire 15-20mila euro, mentre nel caso di un’abitazione il prezzo si aggira attorno ai 1200 euro al mq. Anche perché spesso, in Italia, i costi lievitano per adattare le strutture alla normativa vigente, ottenere i permessi nel nostro Paese non è sempre facile”.

La situazione in Italia

Già, ma perché? “Nel nostro Paese facciamo sempre fatica ad accettare e recepire i cambiamenti, abbiamo una burocrazia troppo stringente che lascia raramente spazio a soluzioni innovative come l’utilizzo dei container nel settore architettonico. Il caso più evidente è il limite dell’altezza interna degli spazi abitativi ma si potrebbe parlare anche dei vincoli paesaggistici”.

Questo aspetto, probabilmente, rappresenta il deficit più grande con altri Paesi stranieri. Spesso, infatti, la presenza di un container viene interpretata come sintomo di degrado o calamità.  All’estero, invece, i container sono considerati uno strumento prezioso per soluzioni estetiche di design estremamente funzionali e performanti. Si tratta di “una vera e propria forma di architettura, in grado di realizzare strutture all’avanguardia che nulla hanno da invidiare a quelle tradizionali”.

Un progetto realizzato
Bar / Epicon

Epicon Srl concentra buona parte dell’attività nella produzione di container a scopo industriale. “La modularità e la facilità di trasporto ha convinto sempre più aziende ad inserire la propria impiantistica all’interno di cabinati ricavati da container modificati.  I locali tecnici containerizzati – spiegano dall’azienda – rappresentano un’ottima soluzione per le imprese che necessitano di produrre, spedire ed installare i propri impianti nel modo più semplice, veloce e funzionale. Il punto di partenza è rappresentato da container marittimi ai quali vengono applicate modifiche strutturali che consentono di soddisfare le richieste e i progetti dei clienti”.