Notizie su mercato immobiliare ed economia

Daan Roosegaarde, il visionario olandese che progetta città più verdi

Daan Roosegaarde / Foto: Studio Roosegaarde
Daan Roosegaarde / Foto: Studio Roosegaarde
Autore: Hoja De Router (collaboratore di idealista news)

Da anni il designer olandese Daan Roosegaarde propone soluzioni per le città del futuro, che non saranno segnate solo dal progresso tecnologico, ma da un’altra fonte inesauribile di ispirazione: la natura. La maggior parte delle opere di questo visionario disegnano paesaggi urbani che imitano modelli e sistemi che si trovano in natura e che aiutano ad affrontare gli attuali problemi riscontrati nel complesso design delle nostre città e nella loro sostenibilità.

Foto: Studio Roosegaarde
Foto: Studio Roosegaarde

Roosegaarde ha sperimentato possibili sistemi per pulire l’aria delle città da torri e biciclette ed è stato ispirato dalla bioluminescenza di animali come meduse o lucciole per tracciare strade e alberi che illumineranno le città di domani. In breve, le creazioni dell’architetto olandese e del suo studio, composto da designer e ingegneri, sono un mix di arte e scienza, fatto che rende il suo lavoro unico e accattivante per l’urbanesimo che arriverà nei prossimi anni.

Paesaggi urbani intelligenti

L’ultimo progetto Roosegaarde, completato alla fine del 2017, riflette perfettamente il suo modo di intendere l’urbanistica. Il governo olandese ha incaricato lo studio di rinnovare la diga di Afsluitdijk, una struttura costruita nel 1932 lunga 32 chilometri e che impedisce possibili inondazioni. Il progettista ha restituito la gloria a questa antica opera ripristinando le 60 porte della diga con uno strato retroriflettente, che consente alla struttura di essere illuminata dai fari delle macchine che vi passano sopra. Ciò significa che quando non ci sono automobili, le strutture sono spente, ma quando una macchina passa, si accendono.

Foto: Studio Roosegaarde
Foto: Studio Roosegaarde

Questa innovazione non ha solo un carattere estetico, ma consente anche una forma di illuminazione efficiente che non richiede energia e non contribuisce all’inquinamento luminoso. L’installazione è inoltre accompagnata da aquiloni capaci di generare energia grazie al loro movimento. Come se fosse la dinamo di una bicicletta, questi aquiloni intelligenti usano il vento per muoversi e un cavo per trasmettere l’energia.

Foto: Studio Roosegaarde
Foto: Studio Roosegaarde

Infine, l’installazione offre un interessante incontro tra uomo, biologia e tecnologia. All’interno dei bunker storici della diga, Roosegaarde ha creato un’esperienza interattiva per permettere ai visitatori di vedere come le alghe bioluminescenti possano essere i lampioni del futuro. Quando le persone camminano questi organismi viventi, che si trovano sottoterra, brillano nella stanza. Il designer olandese sta lavorando da un po’ su questa idea, che intende trasferire nelle città.

Foto: Studio Roosegaarde
Foto: Studio Roosegaarde

Un’illuminazione stradale live?

Roosegaarde è sempre stato appassionato di biomimetica, cioè l’utilizzo della natura come fonte di ispirazione per i suoi progetti. Osservando la capacità delle meduse delle acque profonde di generare la propria luce, un fenomeno che ottengono da sole, l’artista olandese ha iniziato a proporre la realizzazione di strutture di grandi dimensioni che funzionano in modo simile.

Foto: Studio Roosegaarde
Foto: Studio Roosegaarde

La State University di New York ha già reso note piante geneticamente modificate che soddisfano questa funzione bioluminescente, quindi lo studio mira a creare alberi che emettano luce per sostituire i lampioni. Questo progetto è ancora in via di sviluppo, poiché si sta studiando come utilizzare i funghi bioluminescenti invece di materiale geneticamente modificato.

Tuttavia, il designer olandese ha già sviluppato un’illuminazione stradale intelligente che può essere vista nel suo paese natale. Un esempio è la spettacolare pista ciclabile del comune di Nuenen, nei Paesi Bassi, costruita con un materiale che assorbe la luce solare durante il giorno e che di notte si tinge di un verde luminescente con forme che emulano “La notte stellata”, famosa opera di Van Gogh. Un percorso tanto magico quanto sostenibile, poiché utilizza energia pulita, invece di combustibili fossili.

Foto: Studio Roosegaarde
Foto: Studio Roosegaarde

Un progetto simile è stato sviluppato su un’autostrada nei Paesi Bassi tra il 2012 e il 2015 come test pilota. Roosegaarde lo ha battezzato “strada intelligente”, una strada che può interagire con il guidatore a seconda della situazione del traffico. Realizzata con lo stesso materiale della pista ciclabile, la strada è carica di energia solare durante il giorno e può brillare per otto ore di notte. Un sistema che ha attirato gli interessi degli investitori nei Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

Foto: Studio Roosegaarde
Foto: Studio Roosegaarde

Aspiratori di inquinamento

Le città verdi progettate da Roosegaarde hanno anche strutture che aiutano a combattere l’inquinamento. Berlino ha già un’installazione artistica che cattura le particelle inquinanti con gli ioni e li immagazzina al suo interno. E’ una torre di sette metri che utilizza l’energia eolica per pulire l’aria e le particelle inquinanti.

Foto: Studio Roosegaarde
Foto: Studio Roosegaarde

E’ il primo progetto di stile e, sebbene le sue dimensioni non risolvano i problemi di inquinamento delle grandi città, in Cina stanno già studiando come applicare la stessa tecnologia in modo che torri di 500 metri inghiottiscano l’inquinamento.

Foto: Studio Roosegaarde
Foto: Studio Roosegaarde

Dopo i risultati positivi dell’esperimento, la società cinese Ofo ha sviluppato un progetto congiunto con Roosegaarde per includere questa tecnologia nelle sue biciclette pubbliche. L’idea è quella di inserire nel manubrio della bicicletta un dispositivo che filtri l’aria contaminata in modo che il ciclista possa respirare aria pulita. L’azienda spera che l’uso massiccio di questa tecnologia possa avere un impatto reale sui centri urbani più inquinati del Paese. Così, a poco a poco, lo studio Roosegaarde sta facendo la sua parte per rendere più sostenibili le città del futuro.