Notizie su mercato immobiliare ed economia

Il prezzo del lusso: un attico a Bangkok costa come uno studio a Hong Kong

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Il mercato immobiliare di lusso nel sud-est asiatico sta vivendo un momento molto particolare. I prezzi esorbitanti di Hong Kong già si conoscono, ma adesso i valori delle case di elevato standing a Jakarta, Kuala Lumpur o Ho Chi Minh City stanno aumentando. L’ultima ad entrare nella lista è Bangkok, dove gli investimenti stranieri hanno trovano un nuovo filone. Tuttavia con 2,2 milioni di dollari o si compra un attico nella capitale thailandese o un piccolo studio nella città cinese.

Gli investimenti stranieri nel mercato immobiliare di Bangkok stanno facendo crescere i prezzi delle case di lusso nella capitale thailandese. Mentre gli sviluppatori e immobiliari del posto hanno difficoltà a trovare acquirenti locali, gli investitori stranieri vedono un grande potenziale nel mercato di alto livello di questa città del sud-est asiatico.

“I promotori stanno avendo difficoltà a vendere ai locali – ha detto Ratchaphum Jongpakdee, manager della società immobiliare Colliers International Group Inc. in Thalianda – ma non hanno problemi a vendere agli stranieri”.

Gli investitori stranieri rappresentano già quasi un quarto delle vendite del mercato residenziale di lusso, secondo i dati Cbre. Solo nell’ultimo trimestre dell’anno scorso, gli appartamenti di alto livello sono aumentati del 10%, superando il resto del mercato thailandese.

I prezzi a Bangkok sono raddoppiati negli ultimi cinque anni dopo aver superato la peggiore crisi economica. Ma sono ancora più convenienti rispetto ad altre città del sud-est asiatico come Jakarta, Kuala Lumpur o Ho Chi Minh City. A questo elenco si è unita Bangkok, che supera già Londra come una delle città più visitate al mondo, con oltre 19 milioni di turisti all’anno.

Per fare un esempio: un investitore di Hong Kong ha acquistato un attico di lusso nel centro della capitale per 2,2 milioni di dollari (1,8 milioni di euro al cambio attuale): due camere da letto,arredate con mobili da Ralph Lauren, tre bagni in marmo e persino un servizio di maggiordomo che include una limousine con autista. Quello stesso compratore avrebbe appena potuto comprare uno studio nella sua città natale.

Un’altra delle peculiarità del mercato thailandese è che è uno dei pochi che ancora non ha restrizioni agli investimenti esteri, non bisogna pagare imposte speciali, soprattutto, per gli investimenti che provengono da Singapore e Hong Kong.

A questa ondata di investimento nel settore immobiliare si unisce la pressione dei prezzi dei terreni nel centro della città, che sono aumentati fino al 30% nell’ultimo anno. Uno degli affari più famosi nel Paese è stata la vendita dell’ambasciata del Regno Unito. Sono stati pagati 600 milioni di dollari per terreni equivalenti a sei campi da calcio. Il progetto è quello di abbattere le case in stile coloniale per costruire una torre con uffici, un hotel e alloggi di lusso.