Notizie su mercato immobiliare ed economia

I prezzi delle case in Cina registrano un leggero aumento a marzo

Dati ufficiali dell'Ufficio nazionale di statistica cinese

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

I prezzi delle case nelle principali 70 città cinesi hanno fatto registrare un leggero aumento (0,13%) a marzo, rispetto al mese precedente, secondo l' Ufficio nazionale cinese di statistica. La situazione è migliorata anche in considerazione della domanda che si era accumulata dal momento in cui in Cina il confinamento aveva toccato l'apice a febbraio, azzerando quasi le operazioni in tutto il Paese.

Il periodo più difficile nel controllo della pandemia di coronavirus sembra essere passato in Cina. Il mercato residenziale nella seconda economia più grande del pianeta è leggermente migliorato nel mese di marzo dopo aver subito un declino nel mese di febbraio, ma è inferiore a quello registrato nel gennaio 2020.

"La domanda di alloggi accumulati viene gradualmente smaltita mentre l'economia e la vita iniziano a rimettersi in carreggiata", ha dichiarato il capo dell'Ufficio nazionale di statistica, Kong Peng, in una nota. Le abitazioni usate, e libere da interventi del governo, hanno avuto un aumento dello 0,05% rispetto al mese precedente.

Le autorità cinesi stanno gradualmente eliminando le restrizioni e permettendo ai cittadini di tornare al lavoro. La mancanza di attività in oltre un quarto delle città analizzate ha lasciato il mercato residenziale completamente bloccato e prezzi invariati, secondo l'ufficio statistico.

Nel frattempo, le operazioni stanno cercando di tornare alla normalità mentre le autorità iniziano a consentire agli agenti immobiliari di riaprire i loro uffici e organizzare le visite nelle case. Le vendite di nuovi appartamenti sono triplicate a marzo da febbraio, secondo i dati di E-House China Holdings Ltd. per le prime 27 città .

I prezzi nelle due principali città della provincia di Hubei, l'epicentro originale della pandemia, sono ancora considerati invariati, secondo l'ufficio statistico.

"Le principali società di costruzioni del Paese sono riuscite ad aumentare le transazioni offrendo sconti sui prezzi compresi tra il 5% e il 10%", secondo l'analista di titoli CGS-CIMB Raymond Cheng

Resta da capire se la leggera crescita dei prezzi delle case a marzo sia un segnale di un rialzo ulteriore. I giornali di stato hanno riferito che, nonostante la pandemia, la posizione del presidente Xi Jinping non è cambiata e continua con il suo piano che "le case sono per la vita, non per la speculazione ".

Tuttavia, rimane la paura di un ritorno dei contagi e di nuove misure di contenimento in alcune province della Cina. In tal caso, le conseguenze sul mercato immobiliare potrebbero essere simili al colpo subito durante la crisi finanziaria globale del 2008, secondo S&P Global Ratings.