Notizie su mercato immobiliare ed economia

Case prefabbricate a Los Angeles, una soluzione per fronteggiare il problema abitativo

La facciata
Il modello / Jennifer Bonner/Mall
Autore: Vicent Selva (collaboratore di idealista news)

Los Angeles, in California, deve affrontare un grave problema abitativo per il quale non riesce a trovare una soluzione. Un problema presente da molti anni, a causa di un notevole aumento della popolazione e di una densità molto elevata, con un'offerta che cresce a un ritmo molto più lento della domanda.

Per alleviare questa situazione, pubblico e privato stanno cercando delle soluzioni. Tra queste c'è la nuova proposta di MALL, uno dei 14 studi che il Los Angeles Department of Building and Safety ha invitato a partecipare allo Standard Plan Program per rispondere alle esigenze di ADU (Accessory Housing Units) di Los Angeles a prezzi accessibili.

Nel tentativo di contribuire a rafforzare la disponibilità locale di case a prezzi accessibili, il progetto offrirà ai residenti una selezione di piani edilizi pre-approvati per case prefabbricate indipendenti a Los Angeles. L'idea è quella di semplificare il processo di autorizzazione e accelerare la costruzione di case in spazi ristretti, sfruttando anche cortili o giardini.

Lean-to ADU è il nome della proposta presentata da MALL, con un design che riflette l'influenza dei tipici capannoni americani, mentre reinterpreta due pilastri architettonici di Los Angeles: la casa in stucco e la facciata esagerata.

Fondamentalmente, Lean-to ADU offre un programma flessibile e conveniente. Progettata per rispettare i codici edilizi della città e ottenere sufficiente luce naturale e ventilazione incrociata indipendentemente dal suo orientamento, la casa di 48 m2 con una terrazza sul tetto di quasi 12 m2 può essere ruotata per adattarsi a vari lotti e paesaggi ed è costruita con materiali di costruzione e tecniche standard che possono essere facilmente adattate.

A partire da capannoni, stucchi e bungalow, Lean-to ADU offre un linguaggio visivo ibrido. La forma complessiva è uno stucco nero strutturato e un tetto in metallo, che si estende da 2,5 a 5 metri di altezza. In contrasto con l'esterno in bianco e nero, l'interno offre una tavolozza calda e morbida di compensato, piastrelle e tocchi di colore. Entrando dalla porta d'ingresso, gli spazi comuni si trovano sul lato sinistro e le aree private, con la camera da letto e l'area di lavoro, sono sulla destra. Un volume rettangolare al centro separa queste aree e ospita il bagno e i servizi.

La cucina presenta un bancone in piastrelle di marmo con armadietti gialli, verdi e bianchi. La luce naturale inonda l'interno attraverso due lucernari a soffitto e le finestre disposto in modo da offrire la giusta ventilazione e una vista sul cortile esterno.