Notizie su mercato immobiliare ed economia

A Milano un bosco verticale alto 100 metri (foto)

Autore: Redazione

Nella grande riqualificazione dell'area di porta nuova che interessa Milano, è in arrivo un progetto che non lascerà indifferenti: il bosco verticale dell'architetto Stefano boeri, il primo grattacielo ecologico della città. I due edifici, alti rispettivamente di 105 e 75 metri, avranno uno scopo principalmente residenziale

Le due torri prevedono 120 alberi di grandi dimensioni, 544 di taglia media, oltre 4mila piccoli arbusti. Gli alberi così disposti sulle quattro facciate dei due immobili proteggeranno l'intera struttura dall caldo eccessivo dei mesi estivi mentre lasceranno passare la luce in inverno, quando perderanno le foglie

Secondo i progettisti daranno un contributo a combattere l'inquinamento acustico, alla cattura delle polveri sottili, oltre a rilasciare umidità e produrre ossigeno. Per verificare la fattibilità di un simile progetto sono state necessarie analisi di micrometeorologia, prove presso la galleria del vento, un calcolo preciso sul dimensionamento delle vasche contenitrici delle piante

È stato anche studiato tutto il capitolo legato alla sicurezza sia per fronteggiare il rischio di rotture accidentali o di ribaltamento degli alberi, sia per l'incolumità di chi farà la manutenzione. Ma anche in relazione agli effetti del vento particolarmente incisivo a quelle altezze

I due edifici spiccano tra i simboli del cambiamento di Milano in vista dell'Expo 2015, che sta spingendo lavori di grande portata osannati da alcuni, aspramente ciriticati da altri (vedi il dibattito su il sole 23 ore