Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come evitare che le case si paghino in nero? l'esempio francese

Autore: Redazione

Sulla casa a Roma del ministro scajola una cosa è Chiara: il prezzo dichiarato sul contratto di vendita è troppo basso per la zona, a prescindere dal perché sia successo. Qualunque sia la ragione, si tratta di un episodio che mette in luce un comportamento diffuso. In Italia infatti in molti sanno che il prezzo dichiarato sul contratto di vendita e i soldi realmente sborsati per l'acquisto di una casa, non sempre coincidono. Perché? per pagare meno tasse, per esempio. Una parte si paga in nero e il gioco è fatto

In francia per esempio è molto difficile barare. Come fanno? è molto semplice. Il prezzo deve essere reale e serio, anche per l’esistenza del Diritto di Prelazione, "Droit De Preemption": l’amministrazione fiscale ed altre amministrazioni pubbliche (come il Comune in cui è situato l’immobile) hanno in molti casi, il diritto di prelazione al prezzo dichiarato nel preliminare di vendita

Si, avete capito bene. Se nel preliminare di vendita dichiarate un prezzo troppo basso, la casa se la compra l'amministrazione pubblica. A quei prezzi! Il fisco conosce puntualmente il prezzo di mercato praticato nella zona per beni simili ed ha anche la facoltà di ritoccare il prezzo dichiarato facendo pagare delle sanzioni

Attenzione poi ai pagamenti e versamenti in contanti, che vengono attentamente monitorati dall’amministrazione francese e sono difficilmente giustificabili, vistala legislazione oramai molto restrittiva sull’uso del contante

Articolo visto su
(idealista.it/news)