Notizie su mercato immobiliare ed economia

Agenti immobiliari, fiaip contro la riforma del credito al consumo

Autore: Redazione

Preoccupazione da parte della
Fiaip
, La federazione che rappresenta gli agenti immobiliari professionali, per l'approdo in pre-consiglio dei ministri del decreto legislativo di attuazione della direttiva comunitaria sul credito al consumo. Fiaip chiede lo stralcio della riforma dei mediatori creditizi dal decreto e l’apertura di un tavolo di concertazione con le categorie interessate. Secondo la federazione la riforma del governo farà chiudere 60mila piccole e medie imprese e penalizzerà l’indotto di 240.000 unità lavorative

Una direttiva che, tra l'altro, modifica la disciplina degli operatori finanziari e dei mediatori creditizi

La fiaip in una nota si appella al governo affinchè procrastini una decisione che "può seriamente penalizzare tutto il settore immobiliare" afferma in una nota il presidente della federazione Paolo righi. La fiaip denuncia anche il rischio che migliaia di piccoli mediatori creditizi siano costretti a cessare l'attività

"Si vuole uniformare il mercato del credito a mere logiche commerciali di alcune grandi banche - dichiara righi - con la finalità di escludere dal mercato i mediatori creditizi, discriminando allo stesso tempo quegli istituti bancari di piccole dimensioni che si avvalgono delle reti terze come modello strutturale per la loro crescita"

Il decreto inoltre impedirebbe agli agenti immobiliari di segnalare mutui alla propria clientela, se funzionali alla compravendita, sebbene la riforma venga giustificata con la necessità di dare una maggiore professionalità per gli operatori finanziari e creditizi.

"Il governo toglie -sottolinea ancora righi - la possibilità agli agenti immobiliari di segnalare mutui, e lascia al contempo la possibilità ai commessi delle grandi catene di distribuzione di operare indisturbati nel settore del credito al consumo, e segnalare finanziamenti alle famiglie"

Articolo visto su
(Agenzia)