Notizie su mercato immobiliare ed economia

Maroni: niente case popolari ai rom

Autore: Redazione

In piena polemica europea sulla presenza dei rom si è aperto un aspro dibattito a Milano tra il sindaco letizia moratti e il ministro dell'interno Roberto maroni. Oggetto del contendere 25 alloggi popolari

Il sindaco aveva infatti assegnato 25 alloggi aler ad associazioni de terzo settore, che, a loro volta, le avrebbero affidate temporaneamente a dei rom che hanno firmato un patto di legalità e socialità. Questi alloggi erano fuori graduatoria ed erano frutto di un patto con le associazioni che si occupano dell'integrazione dei rom. Ma maroni ha gelato l'iniziativa

Il ministro conferma anche la chiusura del campo rom di via triboniano a Milano entro fine ottobre. Alle famiglie che vivono all'interno verranno fornite soluzioni alternative ''escludendo - sottolinea - le case aler o nella disponibilità del comune''

Per loro non verranno messe a disposizione, come in un primo momento si è ipotizzato, le case che fanno parte del patrimonio sequestrato alla mafia perché anche quelle, spiega maroni, fanno parte del patrimonio comunale. Le soluzione, dunque, è legata al mondo dela beneficienza, curia in testa

Restano aperte diverse soluzioni per i nomadi che, presto, si ritroveranno a lasciare la propria casa in via triboniano. "Chi ha diritto a restare verrà sistemato, chi no sarà espatriato"