Notizie su mercato immobiliare ed economia

Tassi sui mutui, dove comincia l'usura?

qual è il limite dell'usura?
Autore: Redazione

Il mondo dei mutui è sempre altalenante e ciò che vale oggi, non è detto sia facile da applicare domani. Ne sa qualcosa chi ha vissuto gli aumenti del tasso variabile nel 2008 o chi si gode, da un anno e mezzo, l'euribor al minimo. Non tutti sanno poi che le banche hanno un tetto massimo oltre il quale il tasso di interesse diventa usura

Come si calcola questo tetto? non è fisso, ma varia a seconda delle condizioni generali. La banca d'Italia rileva con cadenza trimestrale i tassi di interesse medi praticati per una serie di operazioni bancarie, fra cui anche i mutui, e in base a questi determina (aggiungendo un sovrapprezzo del 50%) i livelli che da non superare per non incorrere nel reato di usura

Gli ultimi dati diffusi a fine dicembre e applicabili fino al 31 marzo 2011 indicano una soglia del 4,02% per i contratti a tasso variabile e del 6,29% per i prodotti a rata fissa. Si tratta di valori storicamente bassi, perché ricavati nel terzo trimestre del 2010, un periodo in cui i tassi di mercato (euribor per i variabili e soprattutto irs per i fissi) viaggiavano su livelli minimi

Ma le banche potrebbero avere problemi se le cose cambiassero velocemente. Tra il periodo in cui i tassi usurari vengono rilevati e quello in cui sono effettivamente applicati, possono passare dai 4 ai 6 mesi. In questo lasso di tempo può succedere di tutto

Per esempio, l'irs a 20 anni che serve come base per fissare la rata dei nuovi prodotti a tasso fisso è passato da un minimo del 2,7% a fine agosto fino al 3,73% di questi giorni. Se a questo valore si aggiunge lo spread – il margine di guadagno  dell'istituto di credito credito, che può anche superare il 2% – ma anche le spese di istruttoria e di perizia, che concorrono a formare il tasso annuo effettivo globale (taeg) che vale ai fini del conteggio del tasso di usura, improvvisamente la soglia dell'usura può anche essere superata

Il pericolo inoltre cresce perché al taeg si sommano anche le spese per le assicurazioni contro eventi che impediscono il pagamento della rata del mutuo. Pe questo le banche stanno attente a non superare la soglia, ma, allo stesso tempo, questo limite costituisce un ulteriore freno all'erogazione di mutui

Essendo il tasso d'usura variabile, infatti, lo stesso taeg al 4,5% sul variabile può essere legittimo durante un periodo e non esserlo in un altro, come quello che stiamo vivendo

Cosa succede se un taeg supera il tasso di usura? il mutuo diventa nullo