Notizie su mercato immobiliare ed economia

Persino a Milano i prezzi delle case scendono sotto i 4mila euro al metro quadro

foto: goldmund100 (flickr.com cc)
foto: goldmund100 (flickr.com cc)
Autore: Redazione

Il mercato milanese della casa registra una contrazione dei valori degli immobili pari al 2,1%, rompendo per la prima volta da alcuni anni a questa parte la barriera dei 4.000 euro al metro quadro. È quanto rileva l’analisi sui prezzi delle case del portale idealista.it, che ha osservato l’evoluzione del mercato nel capoluogo meneghino nel corso dei mesi primaverili monitorando 10.161 immobili. Si segnala una tendenza più diffusa dei proprietari a rivedere le proprie pretese: il valore medio in città si attesta a 3.963 euro al metro quadro

Milano sta ancora assorbendo gli eccessi degli anni precedenti, con i cali maggiori nei quartieri rivalutati in eccesso: non è decisamente il momento di Porta vittoria   (4.406 euro/m²;-5,8%) che conduce la graduatoria dei ribassi cittadini sia a livello trimestrare che su base annuale, segnando una svalutazione complessiova del 10,9%

Un caso a parte è il centro storico (7.247 euro/m²; 0,8%) che interrompe la lunga serie di contraizoni e chiude il trimestre in terreno positivo sulla scia di fiera-de angeli (5.181 euro/m²; 2,3%)

In un quadro dominato dai ribassi chiudono in rosso 16 delle 18 quartieri cittadini.
Cali al di sopra della media del periodo accomunano otto aree cittadine, le variazioni negative più significative - al di sopra del 3% -, oltre alla già menzionata porta vittoria, si riscontrano in garibaldi-porta Venezia (5.221 euro/m²; 3,8%), lorenteggio-bande nere (3.137 euro/m²; 3,6%), certosa (2.625 euro/m²; -3,2%) e baggio (2.294 euro/m²; -3,2%) dove le case di seconda mano soffrono la concorrenza del nuovo

Cali sotto il 2% per la metà delle zone oggetto di monitoraggio, a partire da forlanini (3. 3834 euro/m²; -2%) a scendere fino in vialba-gallaratese (2.258 euro/m²; -0,2%) dove, nonostante i proprietari non abbiano manifestato l’esigenza di abbassare le proprie pretese, i prezzi di vendita restano i più bassi a livello cittadino

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Per la prima volta da quando sono partite le rilevazioni dei prezzi del portale, idealista.it offre i valori di 38 comuni della provincia di milano

La tabella mostra sofferenze diffuse pressocchè in tutti i comuni dell’hinterland ad eccezione di tre mercati che conseguono mantenere il loro valore o incrementarlo, come nel casom isolato di paderno dugnano (2.011 euro/m²; 3,9%)

Dopo aver tenuto nei mesi primaverili segrate (2.954 euro/m²; 0,1%) resta saldamente il comune alle porte della città con i prezzi più alti mentre, dopo il calo record  dell’ultima tornata, pieve Emanuele (1.677 euro/m²; -9,1%) offre i valori più bassi fra i comuni dell’hinterland

Nota metodologica : Il rapporto trimestrale riguardante il mercato degli immobili in vendita a milano e provincia è basato su un campione di 15.522 abitazioni presenti nel database del portale idealista.it da utenti privati e professionisti del settore. Di queste, 10.161 riguardano immobili in milano città, le restanti sono ubicate in provincia

La città di milano è suddivisa in 18 zone. Una ripartizione che entra nello specifico dei quartieri della città e permette quindi di fornire un quadro dettagliato sull’andamento del mercato immobiliare

Per permettere una sufficiente standardizzazione dei risultati ogni quartiere dovrà presentare un numero di annunci non inferiore a 50. Sono sistematicamente escluse dal rilevamento le case con giardino e quegli immobili i cui prezzi indicati dagli utenti risultano chiaramente sproporzionati rispetto al valore di mercato di una determinata zona della città

Tale scarto è stato misurato mediante il calcolo della deviazione standard che consente di ridurre eventuali distorsioni rispetto al valore medio atteso nel calcolo del prezzo al metro quadro