Notizie su mercato immobiliare ed economia

Esodi e prepensionamenti: così il governo vuol mandare a casa 200mila statali

Autore: Redazione

Il governo va in ferie solo per 5 giorni e il 23 agosto è previsto un consiglio dei ministri infuocato. Sul tavolo, oltre a imu e piano casa, potrebbe arrivare anche il piano di uscita per 200mila dipendenti pubblici. Ma non si tratta di licenziamenti, bensí di un ritocco alla riforma delle pensioni firmata elsa fornero, che potrebbe permette a chi ha già compiuto 57 anni e ha versato un minimo di contributi di poter salire sul prossimo treno per esodati e pre-pensionati

Le prime indicazioni erano già arrivate a inizio luglio. La riforma fornero, che ha innalzato l'età pensionabile per tutti a 67 anni, è in alcuni punti troppo rigida. Per migliorarne certe asperità si vuole introdurre un'età pensionabile flessibile, con penalizzazioni a chi si ritira prima del tempo

La misura andrebbe di pari passo con le esigenze di taglio spesa pubblica e per questo che il ministero del lavoro, che si occupa della vicenda pensioni, sta lavorando insieme al tesoro (che si occupa della copertura finanziaria) e della funzione pubblica per permettere esodi volontari  ai dipendenti con più di 57 anni