Notizie su mercato immobiliare ed economia

Legge di stabilità: torna l'irpef sulle abitazioni sfitte, ma si salvano le case vacanza

Autore: Redazione

Mentre si continua a discutere se la tasi sia più o meno onerosa della vecchia imu, la stangata sicura per il momento è la rintroduzione dell'irpef sulle case sfitte. La legge di stabilità - che mercoledì approda al senato- prevede infatti il ritorno dell'imposta al 50% con valore retroattivo per il 2013

A meno di stravolgimenti nelle camere, i proprietari di immobili sfitti oltre a dover pagare l'imu, la tari e la tasi dovranno mettere mano al portafoglio per pagare anche l'irpef al 50% sulla rendita catastale. Trattandosi di una tassa retroattiva, si dovrà pagare per l'anno di imposta 2013

Ma la cosa più importante è che secondo il ddl stabilità, il ritorno dell'irpef riguarderebbe solo chi possiede una casa sfitta nello stesso comune in cui ha la residenza. Sarebbero in questo modo salve le case vacanza, mentre chi non riesce ad affittare un appartamento sentirà la mano pesante del fisco