Notizie su mercato immobiliare ed economia

La casa di domani sarà mutante, collettiva, ricongiunta e device

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Una casa mutante, collettiva, ricongiunta e device. È questo che dobbiamo aspettarci per il futuro. Una ricerca su come saranno le abitazioni di domani condotta da leroy merlin, insieme a doxa, ha individuato quattro filoni che, andando avanti nel tempo, acquisiranno sempre più importanza. Andiamoli a scoprire

- Casa mutante: si tratta della prima caratteristica evidenziata dalla ricerca. La casa del futuro sarà capace di cambiare continuamente dentro e fuori, negli spazi e nelle atmosfere. Tutto sarà intercambiabile. In particolare, non ci saranno più i muri a dividere in maniera fissa gli spazi, che piuttosto si adatteranno ai cambiamenti di vita, alle esigenze del momento e agli stati d'animo

- Casa collettiva: gli spazi condivisi avranno la meglio su quelli individuali. Questi ultimi non perderanno di importanza e saranno preservati, ma verranno inseriti in un contesto collettivo

- Casa ricongiunta: il ricongiungimento con la natura diventerà sempre di più un bisogno e con il tempo crescerà la necessità di avere uno spazio verde nel quale produrre alcuni alimenti

- Casa device: nella casa del futuro la tecnologia assumerà un ruolo determinante. In particolar modo, verranno soddisfatte richieste come una connessione continuativa a distanza con servizi di sicurezza o, ad esempio, la possibilità di chiudere e aprire le tende in totale autonomia. Come la tecnologia cambierà il volto della casa di domani è ancora difficile dirlo, presumibilmente sarà meno visibile e invasiva, ma molto più presente