Notizie su mercato immobiliare ed economia

Sondaggio Bankitalia: prezzi case ancora in discesa, ma aumentano le compravendite. Positive le attese (scarica pdf)

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Migliorano le prospettive del mercato immobiliare, in un quadro generale improntato all'ottimismo o comunque a una diminuzione del sentiment negativo. È ciò che emerge dal consueto sondaggio congiunturale di Bankitalia relativo al 4° Trimestre dell'anno, che ha evidenziato come nel periodo in analisi siano aumentate le compravendite, a fronte però di un'ulteriore discesa dei prezzi.

Prezzi e compravendite
Secondo il sondaggio condotto da bankitalia in collaborazione con tecnobnorsa e agenzia del territorio, la percentuale degli agenti immobiliari che segnalano un calo dei prezzi è salita a 67,6% rispetto al 66% del terzo trimestre, mentre la quota di agenti che hanno venduto almeno un'abitazione nel quarto trimestre del 2014 è salita al 70,0 per cento. Anche i giudizi relativi alle condizioni della domanda sono risultati meno sfavorevoli: il saldo negativo tra gli agenti che riportano un aumento oppure una diminuzione dei potenziali acquirenti si è ridimensionato a -16,2% punti percentuali da-22,7 delle precendente rivelazione

In lieve aumento (dal 40,2% al 40,8%) la percentuale delle compravendite che si chiudono con un ribasso, fra il 10 e il 20%, tra il prezzo pagato dall'acquirente rispetto a quello richiesto dal venditore. Più deciso l'aumento (da 23,3 a 26,0) delle compravendite che si chiudono con un ribasso fra il 20 e il 30% fra il prezzo pagato dall'acquirente e quello richiesto dal venditore

Locazioni
Mentre è rimasta pressoché invariata la quota di agenti che ha dichiarato di aver locato almeno un immobile nel quarto trimestre del 2014 (81,1% rispetto all'80,7), aumentano le agenzie che hanno segnalato una diminuzione dei canoni di locazione (a 53,2% rispetto al 52,6% dell'indagine di ottobre), mentre è cresciuta l'incidenza delle agenzie che si aspettano una stabilità dei canoni nel trimestre in corso (a 66,2% rispetto al 61,8 della precedente rivelazione). Il margine medio di sconto sui canoni rispetto alle richieste iniziali del locatori si è confermato intorno al 7,5 per cento

Mutui ipotecari
In leggero aumento la quota di acquisti finanziati con un mutuo ipotecario ( dal 59,9 al 60,7) ed è aumentato anche il rapporto tra prestito e valore dell'immobile (dal 59,3 al 61,1)

Prospettive di miglioramento
Per quanto riguarda le prospettive future, "si è attenuato il pessimismo degli operatori sulle prospettive a breve termine del proprio mercato  a fronte di giudizi meno sfavorevoli sulle tendenze dei prezzi e della domanda. In un orizzonte di medio termine (due anni), il quadro è più positivo, con attese di miglioramento delle prospettive del mercato nazionale in deciso rialzo a fronte di un ridimensionamento dell'incidenza di quelle di peggioramento; il risultato è diffuso in tutte le ripartizioni geografiche"