Notizie su mercato immobiliare ed economia

Berlusconi: "Per costruire casa non si dovrà più aspettare una licenza"

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Continua l'accesa campagna elettorale a suon di promesse da parte dei diversi schieramenti politici. Dopo aver annunciato l'introduzione di una flat tax al 23% per tutti i cittadini, il leader del centrodestra Silvio Berlusconi ha toccato lo spinoso problema delle licenze edilizie.

"Bisogna cambiare le regole - ha detto il Cavaliere a Radio 24 - chi deve costruire una casa o aprire un'attività commerciale - non dovrà più aspettare anni per permessi e licenze. Dovrà dichiarare l'inizio dell'attività e assumersi la responsabilità di rispettare le leggi. Solo dopo verranno i controlli". A chi gli chiede se si tratti di un condono, l'ex premier risponde: "Chiamatelo come volete, l'importante è che si cambino queste regole attuali".

L'ex premier ha toccato il capitolo casa durante la sua campagna, annunciando l'eliminazione di tutte le tasse sulla prima casa. Ricordiamo che ad oggi, a pagare Imu e Tasi sulla prima abitazione, sono solamente i proprietari di prime case di lusso, inserite nelle categorie A1, A8 e A9.