Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come è cambiata l'offerta e la domanda di case in vendita nell’anno del covid

Autori: Flavio Di Stefano, Alejandro Soto, Jesús Vélez

Nonostante l’emergenza sanitaria, i prezzi delle case in vendita in Italia sono aumentati del 2,3% negli ultimi 12 mesi, per la prima volta dopo 7 anni di ribassi, secondo l’indice dei prezzi di idealista. Ma cosa è successo alla domanda e all’offerta di immobili? Per capirlo meglio idealista/news ha preparato una mappa delle province e diversi grafici sull’andamento del mercato nelle principali città italiane.

Mediamente, nel 2020, in Italia la domanda di case in vendita (con annunci apparsi su idealista) è aumentata del 19%, a fronte di una variazione dell’offerta di un +2%. Tuttavia, secondo un’analisi di idealista/data, la situazione varia molto da provincia a provincia. L’aumento più considerevole di stock si registra a Barletta-Andria-Trani (+42%), mentre al lato opposto della classifica c’è Crotone (-20%).

Mentre, dando uno sguardo alle province italiane in cui è aumentata maggiormente la domanda di case in vendita, salta agli occhi la predominanza del Lazio nei primi due posti del ranking, rispettivamente con Rieti (+97%) e Frosinone (+78%). Al contrario, la domanda è diminuita più che ovunque nelle province di Siena (-29%), Piacenza (-24%) e Cosenza (-23).

Concentrandoci invece sui dati delle principali città italiane, come è facile immaginare anche per dimensioni, lo stock maggiore di case in vendita è quello di Roma che per gli ultimi 12 mesi ha visto mediamente 34mila annunci di case in vendita di idealista. Segue Milano (che a partire da giugno 2020 ha visto crescere stabilmente l’offerta, sempre oltre il muro delle 10mila unità), i cui prezzi al mq però sono più cari rispetto alle altre città. Considerevoli anche gli stock di Firenze, Palermo e Torino.

Passando sotto la lente di ingrandimento il mercato immobiliare capitolino, ci possiamo rendere conto di come, tutto sommato, l’andamento sia stato lineare. Lo stock di immobili in vendita, infatti, eccetto il fisiologico calo estivo si è mantenuto sempre su livelli omogenei. Così come il prezzo al mq delle case in vendita che ha chiuso l’anno a 2.884 euro senza troppi alti e bassi registrati negli ultimi 12 mesi.

Discorso diverso, invece, per Milano. Il capoluogo lombardo, infatti, ha visto crescere lo stock di case sul mercato in maniera abbastanza costante nella seconda parte dell’anno e, soprattutto, negli ultimi tre mesi del 2020. Il picco per i prezzi al metro quadro è stato raggiunto a luglio (4.103 euro) per poi stabilizzarsi a fine anno sui 4.060 euro/mq.