Notizie su mercato immobiliare ed economia

Acquisto della casa nel 2020, quali sono state le scelte degli italiani

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Le scelte di acquisto degli italiani per quanto riguarda la casa nel 2020, l'anno della pandemia, quali sono state? A scattare una fotografia è il Gruppo Toscano. Vediamo cosa raccontano i dati dello scorso anno.

Nella sua indagine, il Gruppo Toscano ha analizzato il venduto del 2020 con l'obiettivo di capire quanto il Covid-19 abbia influito sulle scelte degli italiani che hanno comprato un'abitazione. Secondo quanto emerso, il 36% del totale ha scelto il trilocale, una metratura media sempre interessante; pochissimi hanno optato per il monolocale (4%); il 19% ha prediletto il quadrilocale; e sempre il 19% ha scelto dalle cinque stanze in su

Per fare una sorta di identikit degli acquirenti, il Gruppo Toscano ha analizzato il proprio database identificando tre grandi gruppi tra gli italiani, che si sono rivelati molto omogenei tra loro: coppie (33%), coppie con figli (35%), single (32%).

Le motivazione che hanno spinto verso l'acquisto della casa nel 2020, un anno così difficile, sono state per il 2% il cambio della casa, per il 69% l'acquisto della prima casa, per il 5% l'acquisto per il figlio, per il 12% si è trattato dell'acquisto di un investitore e per il 13% di altro. Questi dati mostrano che l'acquisto della prima casa si è nettamente imposto sulle altre motivazioni, confermando che le difficoltà del 2020 non hanno fermato i progetti di vita degli italiani.

Ilario Antonio Toscano, presidente e fondatore del Gruppo Toscano Spa, ha spiegato: "Sempre più spesso però troviamo una clientela più orientata su casa con spazi esterni, o addirittura con l'esigenza di volersi traferire lontano dai centri città optando per villini con giardino. L'orientamento verso immobili con spazi esterni si sta confermando anche in questi primi mesi dell'anno".