Notizie su mercato immobiliare ed economia

Infiltrazioni in un appartamento in condominio, chi è responsabile

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

In caso di infiltrazioni in un appartamento in condominio chi è responsabile? Sul punto è intervenuto il Tribunale Ordinario di Crotone con la sentenza 453/2021.

Come spiegato, in caso di infiltrazioni che vanno a danneggiare un appartamento in condominio, quest'ultimo "non può evitare le sue responsabilità giustificandosi con il caso fortuito di eventi meteorologici imprevedibili".

Nel caso in esame, il condominio citato in giudizio dal proprietario di un appartamento che aveva subito danni da infiltrazioni aveva respinto la propria responsabilità sostenendo che "i danni fossero stati provocati dal caso fortuito, cioè dalle condizioni meteorologiche avverse, ma anche dai lavori di ripristino realizzai dal proprietario".

Come spiegato da Edil portale che ha esaminato il caso, secondo quanto rilevato dai giudici il proprietario aveva realizzato i lavori di ripristino senza procedere ad alcun accertamento tecnico preventivo, grazie al quale sarebbe stato possibile accertare "lo stato dei luoghi, le origini delle infiltrazioni e l'entità dei danni che ne erano derivati".

In base a quanto rilevato dal tecnico nominato dal Tribunale, "la documentazione prodotta dal proprietario non specificava in modo dettagliato i lavori effettuati né conteneva una documentazione fotografica ritraente lo stato dei luoghi con le parti dell'immobile danneggiate". Questo rendeva impossibile "determinare se la somma richiesta come risarcimento fosse congrua". 

Il verbale di intervento dei Vigili del Fuoco e la lettera del legale del condomino provavano in ogni caso la presenza dei danni. E proprio prendendo in considerazione questi elementi, il Tribunale Ordinario di Crotone "ha giudicato legittimi gli interventi del proprietario che, data l'urgenza, non poteva attendere l'autorizzazione dell'assemblea".

Secondo quanto stabilito dai giudici, "le precipitazioni atmosferiche non possono essere considerate come caso fortuito o causa di forza maggiore dal momento che il danno è stato causato dalla mancanza di misure idonee per evitarlo". Di conseguenza, il condominio, che non ha curato la manutenzione del tetto, è stato considerato responsabile e ha dovuto provvedere al risarcimento del proprietario in seguito alle infiltrazioni che hanno danneggiato l'appartamento in condominio.
 

Etichette
Condominio