Notizie su mercato immobiliare ed economia

Bonus vacanze 2020 come richiederlo online

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida e il provvedimento sul bonus vacanze 2020 con tutte le informazioni utili per sapere come richiederlo online, quali sono i requisiti e come ottenerlo.  Ricordiamo infatti che la richiesta per il bonus vacanza covid può essere fatta da chi è in possesso di un'identità digitale Spid e di un determinato tetto Isee. Per il tax credit vacanze è disponibile anche una app.

La app per richiedere il bonus vacanze e la guida

Bonus vacanze, i requisiti 2020

Per ottenere il bonus vacanze 2020 è necessario essere in possesso di determinati requisiti. In particolare potranno fare la domanda per il bonus vacanze i nuclei familiari con Isee fino a 40mila euro

Per il calcolo dell'Isee per il bonus vacanza è necessaria la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU) che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali di un nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo. L'importo del bonus vacanze dipenderà dal numero dei componenti del nucleo familiare. Nello specifico:

  • 500 euro per il bonus vacanza covid per un nucleo composto da tre o più persone
  • 300 euro per il bonus vacanze 2020 per il nucleo di due persone
  • 150 euro per i single.

Per maggiori informazioni su come ottenere la Dichiarazione sostitutiva unica e calcolare l'Isee necessario per il bonus vacanza bisogna consultare il sito dell'Inps.

Bonus vacanze, come ottenerlo?

Si può richiedere il bonus vacanze 2020 esclusivamente online. Per ottenere il bonus vacanze è necessario che almeno un componente del nucleo familiare sia in possesso di un'identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CIE 3.0 (Carta d'Identità Elettronica). Nel momento in cui si decidere di fare la domanda per il bonus vacanza covid si dovrà inserire le credenziali SPID e poi fornire anche l'ISEE

Una app per il bonus vacanze

Il bonus vacanze sarà digitale. Per poter accedere al voucher sarà necessario scaricare una app per smartphone. Il tax credit vacanze sarà disponibile infatti attraverso una applicazione.

L'app IO, resa disponibile da PagoPA, è accessibile mediante l’identità SPID o mediante la Carta di identità elettronica (CIE). Sul sito io.italia.it sono presenti tutte le informazioni utili per scaricare l'app Io per il bonus vacanze, oltre a quelle per accedere ed utilizzarla. A partire dal 1º luglio, uno dei componenti del nucleo familiare può accedere alla funzione per richiedere online il bonus vacanze 2020 disponibile nella sezione "pagamenti" dell'App IO.

Come funziona?

Per sapere come funziona il bonus vacanze bisogna differenziare tra cittadino e albergo o struttura ricettiva. Nel primo caso bisognerà avere a disposizione il bonus vacanze attraverso lo smartphone, senza necessità di stampare nulla, e mostrarlo all'albergatore della struttura dove si deciderà di utilizzarlo.

Per quanto riguarda gli alberghi e le altre strutture ricettive, dovranno limitarsi a fare sapere ai clienti che fanno parte delle strutture che aderiscono al bonus vacanze.  Il bonus vacanza per covid sarà rimborsato sotto forma di credito d'imposta e potrà anche essere ceduto agli istituti di credito. Le modalità applicative del tax credit vacanze saranno rese note da un provvedimento del direttore dell'Agenzia delle Entrate.

Come si usa?

Il bonus vacanze si potrà usare in una struttura ricettiva italiana tra il 1º luglio e il 31º dicembre 2020. 

  • il bonus vacanza per il covid può essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso dalla persona che lo ha richiesto
  • il bonus vacanze si usa un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica ricettiva in Italia (albergo, campeggio, villaggio turistico, agriturismo e bed & breakfast)
  • il tax credit vacanze per l'80% è uno sconto immediato al momento del pagamento in struttura
  • il bonus vacanza 2020 per il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene fatturato il soggiorno (con fattura elettronica o documento commerciale).