Notizie su mercato immobiliare ed economia

"Reporting from the front": i progetti più interessanti dal "fronte" dalla Biennale di Venezia

Autore: marco todarello (collaboratore di idealista news)

Un unico percorso espositivo dai Giardini all'Arsenale unisce gli 88 partecipanti dei 37 diversi Paesi di "Reporting from the front", la mostra centrale della 15º Biennale di Architettura di Venezia, fortemente voluta dal curatore, il premio Pritzer 2016 Alejandro Aravena. I progetti provenienti da tutto il mondo ricordano che il compito centrale degli architetti è dar forma ai luoghi in cui viviamo, trovando le soluzioni più adatte a migliorare la vita delle persone. idealista vi presenta le creazioni più interessanti della mostra.

L'idea della mostra nasce da un episodio realmente accaduto allo scrittore e viaggiatore britannico Bruce Chatwin. Durante un suo viaggio in America del Sud, Chatwin incontrò una anziana signora che camminava nel deserto trasportando una scala di alluminio sulle spalle. Era l'archeologa tedesca Maria Reiche, che studiava le linee di Nazca. A guardarle stando con i piedi appoggiati al suolo, le pietre non avevano alcun senso, sembravano soltanto banali sassi. Ma dall'alto della scala, le pietre si trasformavano in uccelli, giaguari, alberi o fiori. Un'immagine che ricorda quanto sia importante, soprattutto per gli architetti,  assumere una diversa prospettiva delle cose, un "expandend eye", mettendo in comune conoscenze ed esperienze.