Notizie su mercato immobiliare ed economia

Le 6 migliori città europee (una è italiana) da scoprire a passeggio secondo The Guardian

Le 6 migliori città in Europa per passeggiare
The Guardian ha stilato il ranking delle migliori città per passeggiare / Freepik
Autore: Redazione

Quando si è in viaggio, cosa c’è di meglio di una bella passeggiata per scoprire una città? Dello stesso parere sembrano essere anche i giornalisti di The Guardian, che hanno stilato il ranking delle 6 migliori città in Europa per andare a passeggio. Piccolo spoiler, sul podio c’è un’italiana.

Berlino

Berlino
Si respira il peso della storia / Freepik

Passeggiare per le strade di Berlino fa respirare a pieni polmoni il peso della storia, soprattutto nella zona dove ancora oggi batte il suo cuore storico, dove dal 1961 al 1989 si ergeva il Muro di Berlino. Le passeggiate, anche casuali, a cavallo tra l'ex Est e Ovest mostreranno ancora differenze.

Immancabili le visite nel quartiere Hansa (Hansaviertel), una tenuta vetrina dove famosi architetti (tra cui Alvar Aalto, Walter Gropius, Arne Jacobsen e Oscar Niemeyer) hanno progettato edifici residenziali modernisti in un sito distrutto nella seconda guerra mondiale; il parco cittadino Tiergarten; Alexanderplatz, che trasuda ancora qualcosa del vecchio Oriente; e Prenzlauer Berg, dove ci sono bei caffè e punti ristoro.

Trieste

Trieste
La città tanto amata da Joyce / Freepik

Un po’ a sorpresa, forse, Trieste (che James Joyce ha amato particolarmente) si piazza al secondo posto del ranking delle migliori città europee per passeggiare secondo The Guardian. Un buon punto di partenza per la camminata può essere il centro, per arrivare con una breve ma ripida salita fino a Villa Opicina, e godere della vista sul Golfo di Trieste.

Uno dei caffè più grandi, il Caffè degli Specchi si trova sulla piazza principale, piazza Unità d'Italia. È una tappa fissa di qualsiasi passeggiata, magari per proseguire fino al museo Joyce, la collezione d'arte e i sontuosi interni del Museo Revoltella, il grazioso Borgo Teresiano, intitolato alla sovrana asburgica del XVIII secolo Maria Teresa, e il Caffè San Marco, una spaziosa libreria-caffetteria con un interno in stile secessionista viennese.

Marsiglia

Marsiglia
Il fascino delle città portuali / Freepik

L'antica città francese ha tutto: il Vieux-Port affacciato sul mare, le strade strette e tortuose del quartiere di Le Panier, l'ampia vista dalla Basilique Notre-Dame de la Garde e il quartiere di Rue de la République, con grandi edifici della metà del XIX secolo. A soli tre isolati dal porto c'è il marché Noailles, dove assaggiare prodotti freschi e annusare le spezie al marché des capucins quotidiano e sorseggiare tè alla menta o un kebab, focaccia e couscous.

Lisbona

Lisbona
Un sali e scendi di bellezza / Freepik

Le città che si sviluppano su ripide colline possono essere difficili da percorrere, soprattutto se si è vestiti eleganti e nelle ore più calde. Le strade che salgono e scendono per Alfama, Bairro Alto e Chiado, essendo strette, spesso e volentieri rimangono all’ombra e la passeggiata risulta piacevole perdendosi in viuzze e anfratti.

Lisbona è una di quelle città in cui i ristoranti che sembrano meno pretenziosi servono alcuni dei piatti migliori, e vale la pena allontanarsi dai bar e scoprire dove pranzano i locali. Il pesce di solito è eccellente, i must da provare sono bacalhau à brás (baccalà con uova e patate), sardine alla griglia o cataplana (pesce bianco e stufato di frutti di mare).

Copenaghen

Copenaghen
Fascino nordico / Freepik

Un buon punto di partenza per iniziare una passeggiata è il cimitero di Assistens. Non è per niente tetro, tanto che la gente del posto viene qui per rilassarsi, fare picnic e godersi il fogliame lussureggiante. Oltre le mura c'è il quartiere di Nørrebro, pieno di negozi di abbigliamento firmato e gallerie, murales e punti vendita di birra artigianale.

Da qui, spostati pensieroso verso l'area del porto, passando attraverso il delizioso spazio verde del Giardino della Biblioteca Reale lungo il percorso e facendo un salto nella Biblioteca Reale, conosciuta anche come Biblioteca Black Diamond. Per uno spuntino o un drink, scegli tra iPaludan Bogcafé e l'opulento Library Bar presso l'hotel Plaza, noto per le sue sedie Chesterfield, i concerti jazz e gli ottimi cocktail.

Siviglia

Siviglia
Atmosfera unica / Freepik

Per rendere la passeggiata speciale, il consiglio è di ripercorrere le tappe della processione della Settimana Santa (Pasqua), uno degli aspetti per cui la città è più conosciuta: da Calle Campana, giù per Calle Sierpes, attraverso Plaza de San Francisco, lungo l'Avenida de la Constitución, concludendo nella cattedrale.

A pochi passi si trova il Real Alcázar, un complesso di palazzi, fortificazioni, cortili, piscine riflettenti e splendidi giardini e uliveti disposti su una griglia ordinata. Una complicata fusione di mudéjar e altri stili architettonici europei, il sito si è sviluppato nell'XI secolo, quando Siviglia era sotto il dominio della dinastia araba musulmana degli Abbādid; è stato più volte ampliato e modificato per diventare una residenza reale cristiana.