Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come arredare un balcone piccolo: idee low cost e fai da te

Autore: Redazione

Valorizzare al massimo ogni spazio, specialmente esterno. Per creare la giusta atmosfera sul balcone di casa, non c’è bisogno necessariamente di budget illimitati o metrature esagerate, basta avere creatività e seguire qualche regola base.

Houzz
Houzz
È fondamentale riuscire a sfruttare al meglio angoli e altezze, tenendo sempre presente che ogni centimetro può fare la differenza. Per questo la struttura che delimita lo spazio esterno, quando ci si trova a dover gestire pochi metri quadrati, ha la sua importanza. Nel caso ci sia una ringhiera, potrebbe essere sfruttata con portavasi e piante e per organizzare simpatici fili di luci e lucine.

Mentre il parapetto pieno può avere diverse funzioni ed essere utilizzato, per esempio, come schienale per realizzare un piccolo angolo divano, o come spalla a cui appoggiare piccole mensole e ripiani. Ma spesso, soprattutto se in spazi limitati, un buon pavimento può esaltare l’ambiente esterno. Per questo si potrebbe valutare l’opzione di fare un piccolo investimento per cambiarlo. E la scelta vincente potrebbe essere quella di puntare, dove possibile, su una superficie neura come il legno ad esempio.

Ma se non fosse possibile sostituire il pavimento, nessun problema, si può ovviare con tappeti e passatoie da esterno. Sono pratici e funzionali, realizzati con materiali resistenti agli agenti atmosferici e facili da pulire, oltre a migliorare l’estetica dell’ambiente.

Per quanto riguarda la scelta dei colori, il campo si restringe a pochi colori. Si va dalle tonalità dell’azzurro/blu, passando per le sfaccettature di verde (dal salvia al color menta), fino ai toni caldi del bianco. Il consiglio, ovviamente, è di giocare con sfumature della stessa tonalità e di evitare i colori troppo scuri.

Mentre giocando su piani sfalsati si riesce ad ottimizzare lo spazio a disposizione. L’utilizzo di ripiani, tavolini, angoliere, piccole consolle da poggiare a muro o di piccoli scaffali e mensole a parete offrono una grande opportunità per organizzare il verde, ottimizzare i centimetri e portare all’esterno tutto ciò che serve.

L’illuminazione, invece, deve riuscire anche a creare la giusta atmosfera. Andrebbero quindi evitate luci fredde e accecanti, come anche lampade a stelo alto o a quelle applique. Mentre la tendenza del momento è quella di puntare su catene di luci, lanterne e piccoli abat-jour da posizionare su tavolini bassi.

E quando lo spazio è poco, elementi come divani cassapanca, rappresentano una validissima soluzione non solo per riporre oggetti e utensili vari, ma anche conservare arredi che permettano di far cambiare velocemente assetto allo spazio. Per esempio, nella cassapanca si potrebbe riporre un tavolino con due sedie richiudibili e, all’arrivo di un gruppo di amici, tirar fuori anche un paio di pouf e cuscini che insieme al divano creino una perfetta zona convivio.

Ma ciò che non può proprio mancare in un mini balcone è il “verde”. Per spazi piccoli puntate su vasi da terra e fioriere non troppo grandi oppure optate per elementi sospesi da posizionare su portavasi da agganciare alle ringhiere dei balconi. È importante Distribuite le piante lungo il perimetro, come a formare una cortina naturale che arredi senza ingombrare, magari anche con qualche rampicante.

Il comune denominatore deve comunque essere la sobrietà: ambienti piccoli non richiedono elementi d’arredo troppo pesanti e ingombranti; mobili pieghevoli e complementi pratici da movimentare sono il migliore escamotage d’arredo per mantenere lo spazio snello e pratico.