Notizie su mercato immobiliare ed economia

Una cameretta per due, 10 soluzioni d’arredo per separare i letti

G design
G design
Autore: Redazione

Una cameretta per due. Quando c’è la necessità di far “convivere” i propri figli nella stessa stanza, la parola d’ordine è “ottimizzazione”, degli spazi ma non solo. Ecco una preziosa guida che gli esperti di Houzz forniscono per i genitori in cerca di soluzioni per la cameretta doppia.

Gradini contenitori

Una scaletta originale e funzionale per un letto a castello smart. I gradini, infatti, con alzata e pedata ampie, nascondono mensole e soluzioni contenitive mimetizzate nelle antine. Questa soluzione può essere realizzata su misura per ottimizzare al massimo gli spazi. Può essere posizionato lungo il muro o il lato corto o, se la stanza è stretta, anche il lato lungo.

Per dormire e per giocare

Dormire, giocare e leggere. Tutto nella zona notte. Basta una struttura a castello posta sulla parete, da una parte i letti e dall’altra uno spazio per i giochi. Mentre al lato del lettino in basso c’è anche una mensola per leggere. Sotto, invece, ci sono dei cassettoni. Tutto ciò che serve è stato ben studiato e racchiuso in un’unica struttura in legno (il soffitto è alto tre metri).

A tutta altezza

E quando i metri quadri a disposizione non sono molti, niente paura. La soluzione è semplice: basta posizionare uno sopra l’altro i letti, la scaletta viene ricavata sul lato opposto rispetto a quello dove c’è il letto più basso. Sulla base delle struttura si possono ricavare dei cassetti, ma il lato corto è anche abbastanza profondo e largo da ospitare vani contenitori e mensole.

Simil-soppalco

Sopra gli armadi viene fissata una struttura che sostiene i letti. Questa soluzione riduce al minimo lo spazio occupato per terra, lasciando così liberi i bambini di muoversi e giocare. I gradini della scala, tra l’altro, si aprono diventando una pratica scarpiera. La struttura che sorregge i letti è più lunga degli armadi, così il ‘tettuccio’ che sporge possiede una luce a incasso che illumina lo spazio a lato dei gradini.

Ogni cosa al suo posto

Questa opzione occupa l’intera parete. I letti sono posizionati ai due lati, mentre al centro ci sono tre gradini. Sono presenti anche moduli indipendenti, con tanto di ruote per poterli utilizzarli più facilmente, dove poter riporre giochi e vestiti. I cassetti hanno tre misure diverse per far fronte a ogni esigenza.

Tutto in una parete

Ma la parete può anche essere divisa a metà, come in questo caso. Ci sono, uno accanto all’altro, due mobili speculari che ospitano mensole e vani chiusi, mentre in basso ci sono i letti, e poco sopra le scrivanie. A seconda delle necessità, la camera, cambia sembianze: di giorno il tavolo per disegnare o studiare; di notte invece il letto.

Giochi di altezze

La parete viene sfruttata al massimo grazie a uno sviluppo su altezze diverse, utilizzando soluzioni contenitive come gradini che si aprono all’armadiatura con cassetti sotto il letto di sinistra. La scaletta che porta al ‘secondo piano’, infatti, è parte della struttura e non si tratta quindi di una soluzione esterna che occuperebbe ulteriore spazio a terra.

Giochi di forme

Efficienza essenziale. Questa struttura è formata da due rettangoli bianchi, uno sopra l’altro, con quello più basso che appoggia il proprio lato lungo al muro, mentre quello in alto tocca con il lato corto. Questo gioco di forme movimenta il volume, lasciando la soluzione più ingombrante sopra. Nel letto più basso, inoltre, il comodino rimane integrato nella struttura. Qui c’è posto anche per la scaletta che non va ad occupare centimetri preziosi della stanza, lasciando il resto dello spazio a disposizione dei bambini.

L’armadio è sul letto

In questo letto a castello la base della struttura è abbastanza lunga da permettere di ricavare due grandi cassettoni, oltre che posizionare un armadio (con quattro cassetti e doppia anta). Le testate si mimetizzano con i vani a giorno, che sono ricavati anche lungo la spalla del letto. Le scale per salire, tra l’altro, sono nascoste dietro l’armadio.

Letto a ribalta

Ma tra le tante opzioni possibili c’è anche quella che prevede due letti indipendenti, uno sopra l’altro (quando viene aperto uno non è necessario che venga aperto nello stesso momento anche l’altro). E così anche la scaletta, quando non abbiamo bisogno di utilizzarla, si può mettere a lato del letto come protezione per non cadere. Quest’idea funziona soprattutto in una stanza stretta e lunga.