Notizie su mercato immobiliare ed economia

Come mantenere i mobili antichi sempre belli

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Possedere dei mobili antichi dà un senso di appartenenza alla storia della propria famiglia, senza contare il piacere particolare nel renderli parte del proprio arredamento quotidiano. Ecco alcuni consigli su come mantenere sempre belli i propri mobili antichi.

Lucidarli ogni anno

I mobili antichi sono spesso fatti di legno massello, vanno quindi nutriti periodicamente con prodotti appositi a base di cera o con cera vergine morbida. La cera protegge il legno, esalta le venature e mantiene vitale la fibra. Non dimentichiamo che il legno è un materiale "vivo". Almeno una volta l'anno è bene passare i mobili antichi con olio paglierino lucidandolo poi con un panno di lana.

Levigare le guide dei cassetti

Spesso l'usura di mobili antichi a cassettiera rende difficile, col tempo, la loro apertura. per levigare le guide può essere sufficiente cospargerle di polvere di talco.

Non utilizzare prodotti sintetici

Per la pulizia del legno è bene non utilizzare spray al silicone o lucidanti sintetici, adatti invece per altri tipi di mobili che utilizzano rivestimenti acrilici o simili. Per il vero legno, come per i pavimenti in parquet, è meglio utilizzare semplicemente una soluzione di acqua e ammoniaca.

Restaurare

Se si è in possesso di un mobile di pregio ma con qualche imperfezione è bene recuperarlo mantenendone il più possibile invariato il valore e la fattura. Può rendersi necessario un trattamento antitarlo: dopo aver carteggiato e pulito il mobile dai residui di vernice e polvere occorrerà spruzzare un apposito prodotto nei buchi e tenere il mobile avvolto in una pellicola, per togliere l'aria, per almeno due settimane o un mese. Si può poi procedere alla pulizia, eventuale stuccatura e tinteggiatura, per poi finire con un flatting o con gommalacca.

Ridare vita ad un mobile vecchio

Alcuni mobili hanno un design interessante ma possono non piacerci più nel loro colore originario. Si può allora carteggiarli e cambiar loro colore con vernici al gesso, per creare ad esempio uno stile shabby chic, oppure rinnovarli con una tecnica decoupage.