Notizie su mercato immobiliare ed economia

Gli elettrodomestici che dovresti pulire ogni tanto (ma che ti dimentichi spesso)

Pixabay
Pixabay
Autore: Redazione

Gli elettrodomestici non sono autosufficienti: se si vuole mantenerli al meglio delle proprie prestazioni e farli vivere più a lungo vanno puliti spesso, soprattutto quando, come i condizionatori, restano fermi per molto tempo. Ecco quali sono gli elettrodomestici da pulire di tanto in tanto (e che spesso ci dimentichiamo).

La lavatrice non si lava da sola

Anche se l’oblò è pieno di acqua e schiuma, la lavatrice non è autopulente e richiede invece una pulizia periodica per farla durare di più. Per tenerla pulita si possono utilizzare prodotti decalcificanti o sgrassanti appositi per la lavatrice, almeno un paio di volte all’anno. Oppure utilizzare acido citrico o aceto per eliminare il calcare. Attenzione però: l’aceto reagisce con il metallo delle tubature liberando nichel nell’ambiente. Questa pulizia va fatta direttamente nel cestello, avviando un programma con temperatura alta a vuoto.

Per eliminare dal cassetto i residui di detersivo, basta immergerlo in aceto bianco per cinque minuti e sciacquarlo: sarà come nuovo. Attenzione alla guarnizione: se sta diventando nera significa che si sta formando della muffa. Un consiglio: a fine lavaggio meglio lasciare l’oblò aperto per un po’, evitando così la formazione di umidità. Infine, meglio controllare di tanto in tanto il filtro…avendo l’accortezza di stendere sotto la lavatrice un panno per evitare spargimenti di acqua!

Anche la lavastoviglie vuole la sua parte

Prima di tutto, i piatti vanno privati dei residui di cibo (da gettare nella spazzatura) prima di essere inseriti in lavastoviglie. In questo modo si evita di creare un ambiente favorevole per i batteri, e di far puzzare l’interno dell’elettrodomestico come fosse Mordor. Per pulire e disinfettare la lavastoviglie, come per la lavatrice, basta utilizzare un prodotto apposito e mandarla a vuoto con un programma ad alta temperatura. Altro consiglio è quello di ripulire di tanto in tanto il filtro perché molti residui di cibo finiscono lì.

Ripulire il frigorifero

Resti di cibo, liquidi versati, ghiaccio…anche il frigorifero può diventare un covo di germi, quindi andrebbe pulito bene almeno una volta al mese. Per ridurre la brina, occorre non lasciare troppo tempo lo sportello aperto. Per ripulire l’interno, meglio liberare ogni ripiano e passarlo bene col prodotto più adatto. Con l’avvicinarsi delle ferie, meglio avere uno speciale occhio di riguardo, facendo attenzione agli alimenti in scadenza di cui fare piazza pulita prima della nostra partenza per le ferie.

Per pulire le pareti interne, utilizzare il bicarbonato, diluendone due o tre cucchiai in acqua tiepida e strofinando bene, per poi sciacquare e asciugare molto bene prima di richiudere il frigorifero. Lavare poi i ripiani sotto l’acqua corrente e asciugare bene prima di riporli a posto.

 

 

Etichette
Pulizia casa