Notizie su mercato immobiliare ed economia

Acquisto mobili, tutto quello che serve sapere per evitare problemi

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Nel momento in cui si effettua l'acquisto dei mobili per la casa possono insorgere dei problemi, che vanno dalla scoperta di difetti del prodotto al ritardo nella consegna. Quali sono le cose da sapere per evitare spiacevoli inconvenienti? Ecco qualche indicazione.

A spiegare cosa serve sapere in tema di acquisto dei mobili sono gli esperti dell'Unione nazionale consumatori, i quali hanno innanzitutto sottolineato che è il negoziante il responsabile dei mobili difettosi durante i primi due anni dall'acquisto, ossia nel periodo in cui sussiste la garanzia legale. In caso, ad esempio, di difetti di conformità rilevati dopo il montaggio è possibile far valere la garanzia legale sul venditore.

Nello specifico, è bene ricordare che la garanzia legale vale due anni dalla consegna del bene, è obbligatoria per legge, non è derogabile e può essere fatta valere dal consumatore direttamente nei confronti del venditore. Per poter esercitare i propri diritti, il consumatore deve denunciare il difetto di conformità entro il termine di due mesi dalla data in cui lo ha constatato per iscritto mediante lettera raccomandata A/R o per e-mail o per fax.

Come spiegato dagli esperti dell'Unione nazionale consumatori, "facendo valere la garanzia legale il consumatore ha diritto, a sua scelta, alla riparazione o alla sostituzione del bene difettoso da parte del venditore, senza addebito di spese. Solo se il venditore non provvede a riparare o sostituire il bene entro il termine congruo (o la riparazione effettuata in precedenza ha portato notevoli inconvenienti) il consumatore può arrivare a chiedere la risoluzione del contratto".

C'è poi la garanzia convenzionale. A prevederla il Codice del Consumo. Tale garanzia, che può essere offerta gratuitamente oppure a pagamento, non limita o esclude quella legale e "può comprendere servizi aggiuntivi di assistenza" oppure può soltanto "allungare il tempo previsto per la garanzia".

Quando si procede all'acquisto dei mobili, è inoltre possibile incappare nel ritardo nella consegna. In tal caso, come spiegato dagli esperti dell'Unione nazionale consumatori, è possibile richiedere l'annullamento del contratto e "il venditore è tenuto a rimborsare senza indebito ritardo tutte le somme versate in esecuzione del contratto".

Un'altra situazione che può capitare in caso di acquisto dei mobili è quella relativa al pagamento a rate e alla mancata consegna dei prodotti. In tal caso, se si vuole annullare l'ordine, è necessario avvisare anche la finanziaria. Come sottolineato, "il mancato adempimento del contratto di vendita rende annullabile anche il contratto di finanziamento".