Notizie su mercato immobiliare ed economia

Detrazione canoni locazione giovani, quando e in che misura è possibile

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito in che misura è possibile usufruire della detrazione per canone di locazione a favore dei giovani.

All’interno della rubrica “La Posta” di Fisco Oggi è stato posto il seguente quesito:

In che misura è possibile usufruire della detrazione su una casa in affitto a favore dei giovani nel caso in cui solo uno dei due inquilini abbia i requisiti anagrafici e reddituali?

L’Agenzia delle Entrate ha così risposto:

A favore dei giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni, con un reddito complessivo non superiore a 15.493,71 euro, che stipulano un contratto di locazione (in base alla legge 431/1998) per l’unità immobiliare da destinare a propria abitazione principale, spetta, per i primi tre anni, una detrazione di 991,60 euro.

Per usufruirne, è necessario che l’unità immobiliare sia diversa da quella destinata ad abitazione principale dei genitori o di coloro ai quali il giovane è stato affidato dagli organi competenti ai sensi di legge (articolo 16, comma 1-ter, Tuir).

La detrazione è suddivisa in base ai cointestatari del contratto di locazione e, nel caso in cui questo sia stipulato da più conduttori di cui soltanto uno in possesso del requisito anagrafico, solo quest’ultimo può fruire della detrazione in esame per la sua quota (circolare 7/E del 4 aprile 2017, pagina 283).