Notizie su mercato immobiliare ed economia

Agevolazioni prima casa per l'acquisto di un immobile adiacente, cosa c'è da sapere

I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate con la risposta n. 113 del 21 aprile 2020

I chiarimenti delle Entrate
I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate / Gtres
Autore: Redazione

Cosa succede alle agevolazioni prima casa se c'è l'acquisto di un immobile adiacente? A spiegarlo la risposta n. 113 del 21 aprile 2020 dell'Agenzia delle Entrate.

Con la risposta n. 113, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che, "nell'ipotesi di acquisto di ulteriore unità immobiliare adiacente rispetto alla propria prima casa di abitazione", le agevolazioni prima casa possono essere riconosciute "unicamente nel caso in cui l'acquirente si impegni, in sede di acquisto, nel rispetto di tutti gli altri requisiti e condizioni previsti" dalla nota II-bis, "a fondere, anche sotto il profilo catastale, la propria prima casa di abitazione preposseduta con la porzione immobiliare acquistata, in modo da creare un'unica unità abitativa che non rientri nelle categorie A/1, A/8 e A/9".

Le agevolazioni prima casa non possono essere riconosciute nel caso in cui, successivamente all'acquisto dell'ulteriore unità immobiliare, si abbia l'intenzione di demolire l'intero fabbricato, "nel quale sono situate la propria prima casa di abitazione e l'ulteriore unità acquistata, ed edificare sull'area di risulta della demolizione un villino".

Come spiegato dall'Agenzia delle Entrate, "l'operazione di demolizione dell'intero fabbricato e la successiva ricostruzione non costituisce, neanche da un punto di vista catastale, una fusione. Tale operazione, quindi, non può essere assimilata ad un ampliamento della preesistente prima casa di abitazione o ad un accorpamento della preesistente prima casa di abitazione con altra unità immobiliare in modo da creare un'unica unità abitativa".  

In base dunque a quanto specificato dall'Agenzia delle Entrate, non si possono sfruttare le agevolazioni prima casa, se si vuole acquistare un altro appartamento che fa parte dello stesso stabile in cui si trova la prima casa e si vuole demolire l'intero fabbricato per costruire sull'area stessa un villino.