Notizie su mercato immobiliare ed economia

Condominio, attenzione al diritto di veduta in appiombo

Cosa dice la sentenza 14294/20 della Corte di Cassazione
Cosa dice la sentenza 14294/20 della Cassazione / Gtres
Autore: Redazione

Il diritto di veduta in appiombo in condominio non può venire meno. Vediamo, in merito, quanto sottolineato dalla Cassazione.

Con la sentenza 14294/20, la Cassazione ha affermato che non è concesso al proprietario di un'abitazione in condominio trasformare l'area verde di pertinenza in un parcheggio per l'automobile con tettoia, questo anche nel caso in cui l'opera non sia in muratura. 

La ragione risiede nel fatto che, in un condominio, "chi abita al primo piano ha diritto a esercitare la veduta in appiombo dalla sua finestra".

Secondo quanto specificato, "la veduta esiste soltanto se sono consentite l'inspectio e la prospectio, cioè la possibilità di vedere e guardare non solo di fronte, ma obliquamente e lateralmente sul fondo del vicino". E il condomino ha il diritto di esercitare la veduta in appiombo fino alla base dell'edificio, di conseguenza ha facoltà di opporsi alla costruzione realizzata da un altro condomino.