Notizie su mercato immobiliare ed economia

Decreto ricostruzione post terremoto, arrivano i fondi per le prime e seconde case

Flickr/Creative commons
Flickr/Creative commons
Autore: Redazione

Approvato l'11 ottobre, il decreto per la ricostruzione post terremoto prevede uno stanziamento di 200 milioni, e ulteriori misure per un totale di 300 milioni. Le prime misure riguardano i rimborsi per le prime e seconde case che si trovano nei 60 paesi più duramente colpiti dal terremoto, che copriranno il 100% dei danni. Ma vediamo quali sono le novità più importanti del decreto.

Rimborsi prima e seconda casa

I danni causati dal terremoto del 24 agosto verrranno rimborsati per intero per le prime e seconde case che si trovano all'interno del "cratere", cioè i 60 centri più duramente colpiti dal sisma. Fuori dal "cratere" si darà il 100% del contributo alle case di residenti e il 50% alle seconde case.

Contributi per le imprese

  Arrivano anche i contributi per le imprese che potranno richiedere prestiti agevolati per riprendere le loro attività fino a 30mila euro da restituire in 10 anni. Chi invece vuole dar vita a una nuova impresa potrà chiedere fino a 600mila euro da rimborsare in otto anni con tre anni di preammortamento. 

Prevista anche la cassa integrazione in deroga per i lavoratori di imprese coinvolte nel sisma e il rinvio di imposte e tasse per chi potrà dimostrare che l'impossibilità di versarle è collegata al terremoto. 

Le white list per la ricostruzione

Un capitolo importante è quello delle white list. Il commissario straordinario per la ricostruzione, Vasco Errani ha infatti spiegato che le imprese impegnate nella ricostruzione, sia pubbliche sia private, dovranno essere iscritte in una “white list”, alla quale si può accedere presentando la documentazione sulle proprie attività, dimostrando di essere in regola per esempio con i regolamenti antimafia. L’obiettivo è evitare che, come accadde in passato in altri contesti, ci possano essere infiltrazioni da parte del crimine organizzato nella gestione della ricostruzione.