Notizie su mercato immobiliare ed economia

Manovra, le proposte della Lega: dalle pensioni alla cedolare secca per i negozi

Autore: Redazione

La Lega ha presentato le sue principali proposte economiche in vista della tanto discussa manovra. Ecco i punti caldi.

La previdenza fa da padrona. La Lega vuole superare la riforma Fornero introducendo la cosiddetta Quota 100 (62 anni di età e 38 anni di contributi). Su questo fronte, sono ancora da chiarire i limiti alla platea coinvolta e quindi i costi complessivi della misura, si sta ragionando sull’opportunità di fissare un limite minimo anche di contributi, oltre che di età.

C’è poi la flat tax. Su questo fronte c’è la conferma della cosiddetta “tassa piatta” sulle aziende al 15%: vale per i regimi dei minimi fino a 65mila euro e poi per tutto il sistema imprese Ires al 15% in caso di reinvestimento, assunzioni, aumenti di capitale, in modo da favorire lo sviluppo e gli investimenti privati in misura strutturale.

Per quanto riguarda la pace fiscale, si parla di un insieme di misure per consentire a un largo numero di imprenditori di risolvere pendenze con il Fisco. La fattura fiscale si muove di pari passo con la pace fiscale. Dal primo gennaio sarà più difficile evadere. Avendo ampliato il regime dei minimi a 65mila euro i piccoli che non sono strutturati ne sono esonerati, mentre le aziende più grandi saranno in grado di passare al nuovo sistema.

C’è poi il capitolo cedolare secca. E’ confermata la richiesta di introdurre la cedolare secca al 21% anche per gli affitti commerciali.

Ma non solo. Tra le proposte avanzate dalla Lega c’è anche quella di tagliare le accise della benzina e di partire subito con lo sblocco al 100% del turnover per le forze di polizia.

Articolo visto su
Pensioni con quota 100, affitti e pace fiscale. Ecco il pacchetto del Carroccio per la manovra (Il gazzettino)