Notizie su mercato immobiliare ed economia

Pace fiscale, rottamazione cartelle in cinque anni

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Dopo aver monopolizzato il dibattito politico negli ultimi mesi del 2018, l’approvazione del testo definitivo della manovra economica 2019 rende ufficiale il provvedimento della pace fiscale.

Alla fine sarà rottamazione ter per le cartelle di Equitalia (dopo rottamazione e rottamazione bis dei passati governi) e permetterà delle condizioni agevolate per chi deve saldare debiti con l’Erario.

La formula del pacchetto pace fiscale prevede che con la rottamazione ter si potranno saldare i debiti in cinque anni, in dieci rate di pari importo e versamenti semestrali (con scadenza il 31 luglio e il 30 novembre).

La rottamazione ter, quindi, permetterà il pagamento dei debiti fiscali pendenti con la vecchia Equitalia (dal 2000 al 2017) senza sanzioni e ulteriori more, con la possibilità di “spalmare” i versamenti fino al 2024. In caso di pagamento rateale, il tasso di interesse è dello 0,3%, anziché del 4,5% come quello applicato per le prime due edizioni della rottamazione.

Inoltre, chi verserà la prima o unica rata delle somme dovute potrà ottenere anche l’estinzione delle procedure esecutive avviate prima dell’adesione alla sanatoria della pace fiscale.