Notizie su mercato immobiliare ed economia

Accredito pensione, le novità a partire da aprile

Semplificata la procedura per l'erogazione online

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

A partire dal 10 aprile verranno semplificate le modalità di accertamento della coerenza dei dati dei titolari di prestazioni intestatari di conti correnti, libretti a risparmio e carte prepagate. Tutto per ridurre lo spostamento e agevolare l’accredito della pensione online. Vediamo di cosa si tratta.

Dal 10 aprile, infatti, per ricevere l’accredito della pensione su conto corrente, libretto di deposito o di risparmio o su carta prepagata ricaricabile non sarà più necessario presentare all’Inps i modelli validati dal proprio Istituto o Ente di credito. Lo ha comunicato direttamente l’Inps con la circolare n. 48/2020, con la quale chiarisce le nuove modalità di acquisizione dei dati dei percettori di prestazioni direttamente dagli Istituti ed Enti di credito mediante un sistema denominato “Data Base Condiviso”.

Si tratta di un’importante novità, perché consente, già prima dell’accredito delle pensioni erogate per conto dell’Inps, di verificare la coincidenza fra i dati identificativi del titolare della prestazione e quelli dell’intestatario/cointestatario del conto corrente, o libretto di risparmio dotato di IBAN, o carta prepagata ricaricabile dotata di IBAN.

Finora, invece, chi chiedeva l’accredito della pensione su conto corrente, libretto o carta ricaricabile doveva presentare all’Istituto un modulo cartaceo, differente a seconda delle prestazioni richieste, validato dal proprio Istituto o Ente di credito, che attestava la corrispondenza delle generalità del titolare con quelle del percettore della prestazione.