Notizie su mercato immobiliare ed economia

Immagine del giorno: Gli italiani sulle due ruote, triplica l'uso della bici dopo il lockdown

Virtuoso
Virtuoso
Autore: Redazione

Complice la bella stagione, così come il bonus bici che ha dato un forte incentivo alla vendita di biciclette, gli italiani hanno riscoperto la voglia di muoversi sulle due ruote. Secondo infatti gli ultimi dati diffusi da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) dalla riapertura dei negozi ad oggi le vendite di bici tradizionali e a pedalata assistita hanno registrato un +60% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso con aumento di circa 200 mila pezzi venduti nel solo mese di maggio rispetto al 2019. 

Un’analisi condotta da Virtuoso, app con 150mila download che utilizza i meccanismi della gamification per permettere alle persone di competere in divertenti sfide sull’attività fisica, mostra che negli ultimi 6 mesi è triplicato il tempo medio delle sessioni su bike. Dall’1 gennaio all’inizio del periodo di lockdown in Italia, infatti, la durata media delle sessioni di bike si attestava sui 25-30 minuti giornalieri. A maggio si è passati ad un +250%. 

L’attività sportiva sulle due ruote, dopo la fine del lockdown è ripresa ovunque in tutta Italia con alcune differenze riscontrate in diverse parti d’Italia. Sul podio delle città più virtuose spicca infatti Bolzano i cui abitanti hanno raggiunto una media di 82 minuti di attività quotidiana, segue L’Aquila con 66 minuti e Terni con 64 minuti. Tra le città in cui la bici non è ancora diventata un must have per i cittadini vi sono Catanzaro, con 21,5 minuti medi di attività, Macerata con 21,50 e Sassari con 16,75 minuti.

Roma con 25,40 minuti di media giornaliera nell'utilizzo della bici si classifica davvero male, la capitale è infatti 80esima (su 111 città analizzate in Italia). Uno dei più grandi problemi è la mancanza di strade/piste ciclabili che rendono sicuro l'utilizzo e senza dubbio le distanze che rispetto alle altre città italiane (Milano compresa) sono estremamente più ampie. Milano occupa invece la posizione 50 con 32,6 minuti di media giornalieri.