Notizie su mercato immobiliare ed economia

"C'è bisogno del ritorno dell'ici prima casa. Troppe tasse sul lavoro"

Autore: Redazione

E adesso anche la banca d'Italia chiede il ritorno dell'ici prima casa. Annullata dal governo berlusconi nel 2008, l'imposta sul possesso della prima abitazione è invocata a gran voce da molti professionisti, dal fondo monetario internazionale e adesso anche da via nazionale. Il saldo per i proprietari sarebbe di 2,8 miliardi di euro all'anno

"Sarebbe necessaria una riflessione sull'opportunità di reintrodurre l'abitazione principale fra gli immobili soggetti a imposta, in particolare l'ici". Lo ha detto Daniele franco capo della ricerca economia di bankitalia, che in un'audizione al senato ha parlato di una pressione fiscale troppo alta, ma tuttavia ha fatto delle distinzioni. Secondo la banca d'Italia bisogna distinguere tra imposte e imposte e l'ici, in tempi rapidi, ridurrebbe la ormai drammatica assenza di liquidità dei comuni

"La pressione fiscale in Italia è elevata sia nel confronto storico sia in quello internazionale. Nel prossimo triennio è destinata a crescere ulteriormente per effetto delle misure di aumento delle entrate incluse nei provvedimenti di consolidamento dei conti pubblici approvati nel corso dell'estate". Troppe tasse sul lavoro e sulle imprese e da via nazionale sono favorevoli al ritorno dell'ici prima casa, per liberare altri ambiti produttivi dall'eccessiva pressione e rilanciare la crescita

Secondo uno studio della cgia di mestre l'ici prima casa riporterebbe 2,8 miliardi di euro all'anno nelle casse dei comuni. Attualmente si paga l'ici sulle seconde, terze e più case, sulle categorie catastali di lusso e altri fabbricati, industriali ecc. Il gettito attuale è di 9 miliardi e 472mila euro, ossia ben più dell'ici prima casa

Scopri quanto vale l'ici regione per regione

Articolo visto su
(idealista.it/news)