Notizie su mercato immobiliare ed economia

Perché nel 2014 la casa ci costerà il 216% in più rispetto al 2011 (scarica pdf)

Autore: Redazione

Brutte notizie per i proprietari di casa. A meno di cambiamenti importanti, l'anno possimo l'effetto combinato di imu e tasi sarà una miscela esplosiva che ci porterà a pagare, nell'ipotesi peggiore, 29 miliardi di tasse, con un aggravio di 19 miliardi rispetto a quanto pagato nel 2011, ovvero 216% in più

A fare i conti è stata confedilizia che ha analizzato l'evoluzione della tassazione sulla casa a partire dal 2011. Tutto parte dalla considerazione che, a meno di stavolgimenti dell'ultimo minuto, la base imponibile rimarrà quella stabilita dal governo monti che ha reso l'imu più cara rispetto alla vecchia ici. Il 2012 è stato il primo anno di applicazione dei nuovi moltiplicatori catastali (che dovevano avere un carattere di provvisorietà). Per le abitazioni si è passati, da un moltiplicatore di 100 a 160, con un aumento del 60%

Ici 2011- 9, 2 miliardi

Imu 2012- 23,7 miliardi (+14,5 rispetto al 2011)

Imu 2013- 20 miliardi (10,8 miliardi)

Imu+tasi (ipotesi tasi aliquota minima)- 20 miliardi+ 3,8 miliardi (23,8 miliardi, 14,6miliardi in più rispetto al 2011, +159%)

Imu+tasi (ipotesi tasi aliquota massima)- 20 milairdi+ 9,1 miliardi (29,1 miliardi, 19,9 miliardi in più, +216%)